Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Scuole vecchie ma i pasti sono bio, Alessandria al top per manutenzione

Al 39esimo posto a livello nazionale secondo il report 2018 di Legambiente, Alessandria ha speso molto per la manutenzione ordinaria. In Piemonte le scuole non sono poi così male in sicurezza e attenzione al risparmio energetico
ALESSANDRIA - Il 64% degli edifici scolastici del Piemonte è stato costruito tra il 1900 e il 1974. E il 10% delle scuole in tutta la regione sono addirittura più vecchi di 118 anni. Ma solo l’8,3% ha il wi fi.

Alessandria in fatto di edilizia scolastica è così così, anche se eccelle per alcuni aspetti.

Secondo i dati elaborati da Legambiente sulla qualità dell’edilizia scolastica, dei servizi e delle strutture, il capoluogo rientra tra le città che hanno stanziato di più per ammodernare gli edifici in cui studiano i figli.

In Piemonte  Alessandria è tra le ultime: Verbania (9º), Biella (14º), Torino (20º), Asti (23º), Cuneo (34º), Vercelli (56º), Novara è l'unica non in graduatoria poiché invia dati incompleti. Il capoluogo si piazza al 39esimo posto; risulta nella top five dei Comuni con maggiore capacità spesa per manutenzione ordinaria, dietro solo a Firenze, con € 27.778. E’ anche quella che ha avuto maggior accesso a fondi nazionali e regionali, tra le prime cinque con € 25.000.

Buona è la situazione piemontese delle certificazioni cui sono dotate le scuole: collaudo statico (57%), idoneità statica (52,1%), agibilità (72,5%) e certificazione igienico-sanitaria (85,5%), più bassa rimane la percentuale della certificazione di prevenzione incendi, il 30,6% a fronte del 42,2% della media nazionale. Inoltre porte antipanico (98,8%), prove di evacuazione (98,1%), impianti elettrici a norma (98%) e requisiti di accessibilità (93,5%).

Dati sopra la media nazionale anche per i servizi e le buone pratiche adottate nelle scuole piemontesi. Il servizio di scuolabus è a disposizione del 49,6% delle scuole, ma sono buoni anche i dati relativi ad altri alla messa in sicurezza della mobilità intorno ai plessi: l'84,5% ha attraversamenti pedonali, il 29,1% usufruisce della presenza dei nonni vigili, il 10,7% ha transenne parapedonali. Si investe anche in progetti educativi, prevalentemente nelle scuole (80% rispetto al 72,9% del dato nazionale), Torino e Verbania anche in progetti extra scolastici.

L'84,5% delle mense scolastiche piemontesi servono pasti bio. Le scuole oltre ad utilizzare i neon (42,6%) utilizzano anche altre fonti di illuminazione a basso consumo (83,7%). 
 
 
20/10/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa