Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Tutto facile con Villaggio: Red Basket terza

Pronostico rispettato con la vittoria 78-43 propiziata dalla difesa dei due quarti centrali della sfida. Raggiunto Granarolo sconfitto sul campo della capolista Sarzana
 OVADA - Tutto facile per la red Basket Ovada che batte il Villaggio San Salvatore per 78-43 e acciuffa Granarolo, sconfitto dalla capolista Sarzana, al terzo posto. Ci mettono otto minuti i ragazzi di coach Brignoli a scrollarsi di dosso il fanalino di coda del campionato. L’inizio è lento: le due squadre arrivano sul 10-10. A cambiare la storia della sfida è la difesa allungata ordinata dalla panchina biancorossa che propizia subito due facili canestri e che spariglia le carte nella seconda frazione: già dopo 3’ minuti si arriva al 22-11. Eloquente il parziale del secondo quarto: 23-8, a chiudere di fatto ogni discorso sul 38-19. Non è molto diversa la ripresa. Palmesino e Gay sono gli ispiratori dell’ulterioe fuga. Il giovane play sigla in penetrazione il 50-24 al 26’. Da quel momento coach Brignoli ruota l’intero organico e fa esperimenti in vista della prossima sfida.

“Non abbiamo iniziato la partita nel modo giusto – ha commentato il presidente Mirco Bottero – ma la difesa pressing ci ha spinto a svegliarci e mettere sul campo intensità e condizione atletica al momento superiori a una squadra che ha mostrato grandi difficoltà. I due punti sono importanti. Ora c’è la sfida di Ospedaletti (sabato 15 marzo alle 18.00) molto importante in chiave terzo posto”.

Red Basket Ovada – Villaggio San Salvatore: 78-43

Parziali: 15-11, 38-19, 57-30, 78-43.

Tabellino – Ovada: Andov 2, Gaido 5, Camisasca 11, Maldino 8, Gay 10, L. Cornaglia 8, G. Cornaglia 5, Mossi 13, Foglino. All.: Brignoli.

Villaggio: Setaro M, 1, Magagnotti 7, Ferrari 6, Setaro L. 12, Chiartelli 8, Arzeno 5, Costa 2, Gallo 2, Ostigoni, Salami ne.  

10/03/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook