Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Tacchino: rampa di lancio per le Olimpiadi

Il preparatore atletico ovadese ai mondiali di paratriathlon con il team compost da Giovanni Achenza, Gianni Sasso e Michele Ferrarin. Poi gli ultimi dettagli della preparazione in vista di Rio 2016
OVADA - Un mondiale che è la rampa di lancio verso la Paralimpiade in programma a Rio a settembre. E’ partita ieri la spedizione azzurra per i mondiali di paratriathlon in programma domenica a Rotterdam in Olanda. A bordo dell’aereo, assieme agli atleti e al commissario tecnico Simone Biava, il preparatore atletico ovadese Fabrizio Tacchino. “Cerchiamo un risultato importante – ci ha raccontato prima di salire sull’aereo – per poi lavorare bene fino ai primi di settembre in vista di Rio. L’Italia ha qualificato Giovanni Achenza, Gianni Sasso e Michele Ferrarin. Dopo la trasferta mondiale la preparazione proseguirà in altura a Livigno con partenza il 2 settembre”. Le gare di paratriathlon prevedono 750 metri a nuoto in acque libere, 20 chilometri in bicicletta o handbike e cinque chilometri di corsa o carrozzina olimpica a seconda della disabilità. Per Tacchino sarà la terza esperienza sotto i cinque cerchi dopo Pechino 2008 e Londra 2012.

 

22/07/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook