Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Stradolcetto: la sfida si rinnova

Domenica la gara più classica nel Borgo. Attesi podisti dalla Liguria, dal Piemonte e dalla Lombardia. Percorso di 9.2km
 Si corre domenica, a partire dalle 9.00, la Stradolcetto la classicissima del podismo dell’Ovadese. Siamo alla 32esima edizione, la seconda da quando la competizione ha lasciato l’egida della Fidal per entrare nel calendario dell’Aics. Il percorso ricalca quello dell’anno scorso, quando la data fu spostata a maggio: 9.2chilometri tra asfalto, sterrato e vigne, in partenza da Sant’Evasio. Il giro prevede anche i passaggi delle Cappellette, di San Bernardo, delle Frascare e del Lunarolo. “Ogni hanno – spiega Ugo Parodi, organizzatore storico dell’Asd Il Borgo di Ovada – proviamo a mixare bellezze del paesaggio, luoghi che hanno valore dal punto di vista della storia popolare di queste colline, senza tralasciare l’aspetto più squisitamente sportivo”.

Si riparte dalle vittorie di Corrado Ramorino e Clara Rivera per una gara che non più tardi di tre anni fa ha visto trionfare l’attuale portacolori azzurra per la Maratona di Londra, Valeria Straneo. Davvero rimarchevole, nel 2010, fu la prova di Lahabi Bouazza che vinse in 34’05”, ma sul vecchio percorso che si sviluppava solo sul versante di Sant’Evasio e di San Martino, pur dopo una rovinosa caduta al 6° chilometro. Alla corsa competitiva possono partecipare tutti i tesserati con la Fidal, con l’Aics o con altri enti di promozioni sportiva purché in regola per il 2012. Il ritrovo è fissato per le 7.30 presso il campo sportivo di Sant’ Evasio. La quota di iscrizione è di 5 euro e dà diritto a una bottiglia di vino, più un premio a sorteggio. E’ possibile partecipare anche a titolo non competitivo non rientrando in classifica.

29/06/2012
Edoardo Schettino - redazione@ovadaonline.net

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook