Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Silvano d'Orba

Silvanese: sconfitta che può pesare

Non basta l'iniziale vantaggio di El Amraoui. La formazione di Tafuri va al tappeto per le reti di Allegro, Cassano e Gugliada. Arancioni di nuovo scavalcati dalla Luese
SILVANO D'ORBA - Domenica da dimenticare per la Silvanese sul campo della Viguzzolese. I ragazzi di mister Tafuri sono stati sconfitti per 3 reti a 1 da una formazione in piena corsa per la salvezza diretta e attualmente occupano il sesto posto in classifica, superati nuovamente dalla Luese. Neanche il vantaggio iniziale di El Amraoui dopo appena quindici minuti basta agli ospiti per fare la partita. Come già accaduto all’andata – il risultato finale fu 1 a 1 – la Viguzzolese gioca alla pari con gli avversari nonostante ci siano quasi venti punti in classifica a dividere le due squadre. La rete di Allegro su calcio di punizione ristabilisce la parità alla mezz’ora della prima frazione di gara. Ed è proprio a cavallo dei due tempi che la Silvanese sfiora il nuovo vantaggio con Badino e successivamente con El Amraoui, che cerca la conclusione in porta invece di servire Dentici a pochi passi dalla porta. Col passare dei minuti gli avversari crescono e mettono in difficoltà gli ospiti, fino ad arrivare al 2 a 1.

Cassano entra nel tabellino dei marcatori finalizzando un ottimo contropiede a venti minuti dal termine. Il tempo per pareggiare ci sarebbe anche, ma i ragazzi di mister Tafuri entrano in crisi e subiscono poco dopo anche la terza rete. Un disimpegno errato della retroguardia consente a Gugliada di chiudere la partita e regala alla Viguzzolese tre punti fondamentali per il campionato. “Oggi i nostri avversari hanno meritato la vittoria” ha detto a fine gara mister Tafuri. “Non salvo nessun reparto in particolare, abbiamo giocato male e sottotono. Ma così come siamo arrivati in alto tutti assieme, dovremo continuare a lavorare e ragionare da squadra in queste due settimane per confermarci. Nelle prossime quattro partite non ci saranno più prove d’appello”.

Formazione: Zunino, Ravera, Gioia F., Gioia G., Sorbara, Pesce (Coco), Krezic, Badino (Montalbano), El Amraoui, Dentici, Scarsi (Bonafé); All. Tafuri.

30/03/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook