Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Basket - Serie A2

Rieti capitola al PalaOltrepo, Tortona chiude l'anno alla grande

I leoni superano i laziali e chiudono in attivo il girone d'andata, 73-60 lo score finale. Prossimo impegno il 3 gennaio con Agropoli
VOGHERA - Derthona-Rieti nel turno domenicale natalizio prima del doppio impegno del 3 e 6 gennaio è la partita che potrebbe significare o la matematica certezza di chiudere in attivo il girone di andata per i bianconeri o l'aggancio in classifica per gli ospiti. In campo almeno in apertura è anche la sfida fra i due play Spissu e Della Rosa - uno classe 1995, uno un anno più giovane - che giocano con l'intensità e l'esperienza di due veterani.

Tortona apre con un 6-0 firmato dal canestro di Brooks, Rieti non riesce a sbloccarsi e deve attendere un contropiede di Mortellaro che prende anche fallo e libero aggiuntivo quando sono passati tre minuti. Devono poi passarne praticamente altrettanti prima che ancora Mortellaro muova il punteggio avvicinando Rieti sul 6-5, e ci pensano poi Buckles e ancora un gioco da due con tiro libero aggiuntivo sbagliato di Mortellaro a portare avanti gli ospiti sul 6-9 con un parziale non decisivo ma eloquente di 0-9 a testimoniare il momento difficile del Derthona. Se ne accorge anche Cavina che chiama un timeout e manda in campo Bianchi e Garri che cambiano l'inerzia della gara: Tortona passa avanti ma Rieti pareggia sull'11-11 e sul 13-13 con un Mortellaro da applausi che esce per una ferita dopo nove punti in altrettanti minuti; il quarto si chiude con un tiro di Marks che prende il ferro e lascia i bianconeri avanti 15-13.

Nel secondo quarto per fortuna degli spettatori si segna di più ma nonostante due giochi da tre punti di Brooks il Derthona non riesce a staccare più di tanto Rieti che addirittura riaggancia i leoni sul 25-25 prima che una tripla di Gay applauditissimo dalla gradinata dei tifosi di casa rompa di nuovo l'equilibrio ripristinato a 5'' dalla fine da un canestro di Buckles. La mira dello statunitense dalla lunetta non è delle migliori (0/3 fino a questo momento) e almeno il sorpasso non si concretizza ma il 32-32 con cui Tortona rientra negli spogliatoi lascia qualche perplessità.

Per chiarirle, niente di meglio di un parziale 8-2 con due triple consecutive di Spissu che spacca in parte la gara, soprattutto perchè il Derthona non accenna a rallentare ma Rieti non vuole mollare e così in meno di cinque minuti si segnano quasi tanti punti come nel primo parziale. La furia delle due squadre si placa un po' nel finale, ma prima Pepper sbaglia un libero ed una fuga in solitaria incredibile, poi il Derthona spreca i 24'' dell'ultimo possesso e il tabellone prima dell'ultimo periodo recita 55-45 con un parziale di 23-13 per i ragazzi di Cavina.

Il Derthona delle ultime uscite non aveva convinto molto nell'ultimo quarto, ma questa volta dagli spalti non possono che piovere applausi: nei primi cinque minuti i bianconeri allungano ancora fino al +15 sul 64-49 che diventa immediatamente +18 grazie all'ennesima bomba di Spissu e + 20 con un canestro da sotto di Marks prima che una tripla di Pepper rianimi un po' Rieti. I minuti finali servono solo per aggiornare le statistiche: al PalaOltrepò quest'anno solo Casale è riuscita nell'impresa di uscire con il referto giallo, ed anche la squadra di Nunzi deve arrendersi allo strapotere dei leoni che chiudono con una standing ovation di tutto il pubblico presente, quattro giovani più Marks in campo, un brillante 73-60 sul tabellone e passeranno un capodanno in allegria.



DERTHONA-RIETI 73-60 (15-13; 32-32; 55-45)

DERTHONA: Spissu 13, Gay 5, Frattallone 0, Markus 0, Reati 6, Bianchi 2, Marks 13, Garri 13, Maghet 0, Antonietti 0, Ammannato 0, Brooks 21. Coach Cavina
RIETI: Hidalgo 0, Buckles 6, Mortellaro 17, Della Rosa 0, Benedusi 4, Feliciangeli 4, Longobardi 5, Ponziani ne, Auletta ne, Parente 9, Pepper 15. Coach Nunzi
28/12/2015
Fabrizio Merlo - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook