Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Red Basket: al via la stagione tra novità e conferme

Organico diverso con la partenza di Paolo Mossi (Mortara) e Dario Gay (Loano) il ritorno di Marangon e due play giovani: Ferrando e Francescato
OVADA - Raduno ufficiale e ripresa della preparazione in vista del campionato per la Red Basket Ovada che si è ritrovata l’altra sera al Geirino per la prima seduta di allenamento della stagione 2014-2015. Tante facce nuove, altrettante riconferme per l’organico guidato da Andreas Brignoli. Rispetto all'anno scorso mancano Dario Gay, playmaker che è andato a Loano, e Paolo Mossi che ha scelto di andare a Mortara in B2. Della squadra dell'ultima stagione sono confermati i due fratelli Cornaglia, Lorenzo e Giacomo, entrambi ali, Jacopo Maldino, guardia ala, Luca Camisasca, guardia, Alexandr Andov, guardia, Federico Gaido playmaker, Gabriele Palmesino, lungo.

Tra le novità c'è il ritorno di Riccardo Marangon, ala-pivot a Ovada due anni fa, prima ad Alessandria con la Zimetal. Per il ruolo di playmaker ci sono due giovani: Federico Ferrando, classe 1997, l'anno scorso all'Auxilium Genova in Serie D (ha fatto molto bene), cresciuto con Brignoli con tutta la trafila giovanile, e Federico Francescato, classe 1995 l'anno scorso ad Alessandria in B2 con poche presenza, cresciuto tra Mortara e Valenza. il resto sarà completato dai giovani aggregati durante la preparazione. “La squadra – commenta il presidente Mirco Bottero – è abbastanza rinnovata nella sua struttura. Per questo motivo alcuni giocatori più eclettici saranno impiegati in ruoli diversi rispetto all’ultimo anno. Partiamo con l’obiettivo di giocare un basket veloce e divertente, con l’obiettivo di fare bene”.

Nell’ultimo campionato la formazione biancorossa ottenne il terzo posto al termine della stagione regolare per poi uscire al primo turno dei playoff contro il Cus Genova poi promosso in Divisione Nazionale C. 

30/08/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook