Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Red Basket: il cuore non basta con l'Ardita

Sconfitta 68-59 nello spareggio salvezza. Non basta la rimonta del quarto periodo dopo il 29-14 della frazione precedente. Ora i biancorossi sono ultimi da soli
OVADA - Non è bastato il cuore per venire a capo di quello che è l’autentico Everest dei ragazzi biancorossi in questa stagione difficile. L’Ardita si è imposta nel terzo periodo per 29-14 creando di fatto le basi per il suo successo. Simile a quello di tante altre occasioni il copione della gara. Ovada ha fatto il bello e cattivo tempo nel primo quarto, chiuso sul 21-12, con gambe fresche e tanto gioco in velocità. Musica diversa nel secondo con Rovati che si è occupato della guardia di Barber e i liguri a trovare una prima parziale rimonta dopo la tripla di Grossi del 29-18 a 3’30” dal riposo lungo.

Nella ripresa tutta un'altra musica con il ritmo basso a premiare gli ospiti che si sono avvicinati una prima volta con due triple di Ferrari. La risposta, due canestri dalla lunga distanza di Barber, è stata effimera. La seconda parte della frazione è stata tutta di marca genovese per chiudere al 30’ sul 55-46. Nell’ultima frazione Ovada prova a la rimonta, più con la forza della disperazione che con la lucidità. Segnano Cruder, Cardano e Barber dalla media distanza e a 4’ dalla fine è 61-57. La formazione di casa non va però oltre. E nel finale l’Ardita trova i canestri di un successo fondamentale. 

30/11/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook