Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Plastipol e Cantine Rasore: sabato da dimenticare

Per la formazione maschile due set centrali in equilibrio ma sconfitta 3-1 a Santhià. Mai in partita la femminile contro il Savigliano
 OVADA - Decisamente un momenti difficile per le due formazioni della Pallavolo Ovada. Sconfitta per la Plastipol a Santhià dove la Stamperia Alicese si è imposta per 3-1. Decisamente una serata no a Savigliano per la Cantine Rasore battuta 3-0 senza troppo battagliare contro le cuneesi.

I maschi Era alla ricerca di una scossa la formazione di Suglia dopo le due battute d’arresto delle prima due giornate. Sfida classica della C piemontese ma con due formazioni molto diverse rispetto al recente passato. Parziali: 25-16, 25-23, 23-25, 25-17. Ovada che nel primo parziale soffre troppo in ricezione e non mette mai Mangini nella situazione per essere efficace. La gara cambia nella seconda frazione con i biancorossi avanti fino al 22-20 ma spreconi tanto da soccombere. Copione simile anche nel terzo parziale con sprazzi di gioco molto efficace e diverse soluzioni con Castagna e Stefano di Puorto. Questa volta però la Plastipol conclude ciò che ha iniziato alimentando le speranze di rimonta. I problemi ricominciano nel quarto parziale in cui la formazione di casa conduce per larghi tratti e chiude la sfida senza particolari patemi. “Peccato – il commento al termine del direttore sportivo Alberto Pastorino – perché con un po’ d’attenzione in più era forse possibile muovere la classifica”. Sabato al Geirino sfida ostica con  la Pallavolo Torino.

Tabellino: Nistri 1, S. di Puorto 9, Mangini 26, Castagna 10, Fr. Bobbio 4, Baldo 9. Libero: Parodi. Ut.: R. di Puorto 2, Al. Bobbio. All.: Suglia.

Le ragazze  Davvero una brutta prestazione per le ragazze di Ceriotti che mai contro la formazione di Savigliano hanno dato l’impressione di poter essere in partita. Parziali che dicono tutto: 25-16, 25-17, 25- 25-21. Eloquente anche l’andamento dei parziali. Nel primo le ovadesi si trovano sotto 10-3, poi 18-9. nel secondo addirittura 19-8. Nel terzo Ceriotti prova a dare la scossa togliendo Fossati, inserendo la giovane Angelini da opposta con il conseguente spostamento di Boido di banda. La mossa non sortisce risultati: l’iniziale 8-1 sembra essere quasi recuperto, complice un rilassamento della squadra di casa, sul 17-14. Nel finale Savigliano controlla. “Paghiamo sicuramente qualche problema di infortuni – l’analisi del ds Alberto Pastorino – e per gli allenamenti. Ma una squadra esperta deve reagire proprio nei momenti di difficoltà”. Sabato prova d’appello scomoda contro Mondovì.

29/10/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook