Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Sport

Partiti i lavori d'ampliamento del PalaFerraris

Al via i primi lavori per l’ampliamento del palazzetto dello sport di Casale Monferrato
Al via i primi lavori per l’ampliamento del palazzetto dello sport: questa mattina sopralluogo dell’assessore ai lavori pubblici, Nicola Sirchia, e dei tecnici del comune di Casale Monferrato per vedere l’andamento dei primi interventi che porteranno la capienza della struttura a 3 mila 500 posti.
Dopo la strepitosa promozione in serie A1 della Junior Pallacanestro, si sono avviate da subito tutte le procedure affinché si possa giungere alla fine lavori in tempo per il nuovo campionato. Nella giornata di ieri, 26 luglio, sono già state smontate a tempo di record le tribune inferiori sul lato est: «L’amministrazione comunale e gli uffici stanno lavorando senza sosta per rispettare i tempi – ha voluto sottolineare l’assessore Sirchia – e sono molto contento di constatare che per il momento tutto procede secondo programma. Come pubblica amministrazione sono molti gli aspetti burocratici da rispettare, ma se nessun granello incepperà la macchina riusciremo a consegnare il palazzetto già ad inizio campionato, in modo che la Junior giochi il minor numero possibile di partite lontano dal suo caloroso pubblico».
Le prossime tappe saranno lo smontaggio della parete di roccia per le arrampicate (lavori già affidati), l’apertura delle buste per la gara di fornitura e posa in opera delle nuove tribune telescopiche e di alcune strutture prefabbricate (8 agosto) e la conclusione della gara per l’affidamento dei lavori strutturali per le nuove scale e uscite d’emergenza (seconda metà di agosto).
«È doveroso ricordare – ha proseguito Nicola Sirchia – che con i lavori al Palazzetto nessuna società sportiva dovrà rinunciare alle proprie attività: le tribune telescopiche si potranno infatti chiudere in modo che tutti i campi di gioco possano essere utilizzati. L’unica modifica sostanziale sarà la parete di roccia, che sarà smontata e ricollocata nel luogo più idoneo: proprio con gli amici del Cai, che sono i maggiori fruitori della struttura, stiamo valutando le varie soluzioni». Ad accompagnare l’assessore Nicola Sirchia c’erano i tecnici comunali dell’ufficio Lavori Pubblici: il dirigente del Settore, Filippo Ciceri, il progettista, Alessandro Ravazzotto, e il responsabile per i contratti di fornitura e servizi, Mario Tabucchi, oltre al tecnico progettista strutturale Sandro Rota.
27/07/2011

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 

Facebook