Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Ovadese Silvanese: il girone di ritorno per inseguire la Promozione

La formazione arancione al lavoro in vista della ripresa del 13 gennaio a Castelnuovo. "La sosta permette di tirare un po' il fiato, la seconda parte è un campionato diverso"
 OVADA - Manca l’ultimo tassello nel puzzle del girone di andata dell’Ovadese Silvanese. La nebbia ha troncato a metà la sfida di dell’ultimo turno del 2018 sul campo della Luese. Formazione arancione che non ha quindi potuto difendere il primato in coabitazione con l’Asca che ha battuto 2-0 il Quattordio. La gara dovrà essere ripetuta integralmente, la data dev’essere ancora stabilita. L’Ovadese Silvanese ha chiuso il suo 2018 con trentatré punti nelle prime 14 gare del girone di andata. A questo dato si aggiungono i 31 gol realizzati (miglior attacco trascinato da Dentici con dieci nelle prime dieci partite) e nove subiti (miglior difesa assieme all’Asca). “Tutto considerato – ha commentato l’allenatore Maurizio Vennarucci – abbiamo giocato un buon girone di andata. Questa è una squadra tutta nuova. Abbiamo messo in mostra un buon gioco e una buona solidità. E questo anche se di fatto la rosa non è mai stata al completo”. La squadra ha ottenuto dieci vittorie con tre pareggi e subito la sciagurata sconfitta di San Damiano alla seconda giornata.  Pesa anche il pareggio incassato al Geirino con l’Asca nei minuti di recupero. “Penso – prosegue Vennarucci – che fosse difficile fare meglio. Ma i margini di miglioramento sono ampi. Il girone di ritorno, al solito, sarà un campionato diverso”. L’allenatore chiede soprattutto alternative, non certo a un mercato che ha già portato Alessandro Perfumo per rendere più profondo il reparto offensivo, ma alla possibilità di avere a disposizione tutti i giocatori. Contro la Luese è stato lasciato a riposo Briata, ancora alle prese con problemi al ginocchio infortunato nella prima giornata. Mancava anche Dentici. Recuperarlo durante la sosta sarà una delle priorità perché col difensore al centro del reparto l’azione parte in ben altro modo. Il campionato riprenderà il 13 gennaio con la trasferta sul campo della Castelnovese Castelnuovo. “E’ una pausa che ti permette di tirare un po’ il fiato ma non di smettere di lavorare. In queste settimane, considerando le feste, stiamo cercando di mantenere i tre allenamenti a settimana fatti finora e un’amichevole nel fine settimana”.

 

31/12/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook