Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Ovadese: col Monferrato è poker nella ripresa

La squadra di casa crea tanto nel primo tempo senza trovare la via della rete. Nel secondo tempo decisivi i primi dieci minuti con le reti di Mossetti, Oliveri e Di Pietro
 OVADA - Tre reti in apertura di ripresa decidono la sfida tra Ovadese Silvanese e Monferrato dopo che la squadra di casa nella prima parte non aveva concretizzato un supremazia di gioco significativa. Risultato finale 4-1.Ad aprire le marcature Mossetti, bravo a finalizzare al centro dell’area un’azione avviata da Di Pietro con l’apertura sulla destra e proseguita con il sinistro di Dentici deviato. Sulla traiettoria s’inserisce all’altezza dell’area piccola il centrocampista con il piatto destro del vantaggio. Al 6’ ancora Mossetti apre sulla sinistra per Oliveri che fa trenta metri palla al piede, resiste all’intervento di un difensore appena entrato in area e batte Pasino in uscita. La sfida si chiude di fatto all’11 con Di Pietro che triplica, servito da Dentici in area, con un tocco di destro sull’uscita del portiere. Ancora una gara di grande qualità per la squadra di Vennarucci. Nel primo tempo due occasioni per il centravanti, la prima un sinistro dall’interno dell’area deviato in corner da Pasino, la seconda un colpo di testa a lato sul servizio dalla sinistra di Cairello. C’è spazio anche un gol annullato all’attaccante, con l’arbitro Pestarino che non convalida per un fallo in area sfuggito ai più. Buona la resistenza della formazione ospite, pur senza essere mai troppo pericolosa. Unico sussulto del primo tempo un colpo di testa di Vescovi che saggia la prontezza di Gallo nella deviazione in corner. Dopo le tre reti descritte l'Ovadese ha tenuto in mano il pallino del gioco. Al 32' quarta rete con Dentici, diagonale in corsa sul servizio di Di Pietro. Al 42' la rete della bandiera del Monferrato con Pavesi bravo a raccogliere in area una prima respinta di Gallo. 
30/09/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook