Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Nuovo Circolo Ilva, niente Torneo di Capodanno

Niente “Torneo di Capodanno” al Nuovo Circolo Ilva di Novi. A malincuore, la struttura sportiva ha dovuto rinunciare all’organizzazione della kermesse di tennis giovanile che da 36 anni è uno di quegli eventi che ogni società sportiva vorrebbe mettere nella sua ideale vetrina
NOVI LIGURE - Niente “Torneo di Capodanno” al Nuovo Circolo Ilva di Novi. A malincuore, la struttura sportiva ha dovuto rinunciare all’organizzazione della kermesse di tennis giovanile che da 36 anni è uno di quegli eventi che ogni società sportiva vorrebbe mettere nella sua ideale vetrina, sia per la qualità dell’organizzazione (tutta composta da volontari) sia per la qualità dei partecipanti perché nel mondo del tennis giovanile, vincere il Torneo di Capodanno è uno di quei trionfi da mettere nel palmarés o nell’albo d’oro.

“Quest’anno già a settembre abbiamo deciso di non organizzare la manifestazione: troppo alti i costi (10-11mila euro; ndr) per il nostro budget. Viviamo anni di transizione, non riceviamo più sostegno economico dall’Ilva (la ditta che aveva creato il Circolo per i suoi dipendenti e che rimaneva legata alle sue strutture; ndr) e pur disponendo di strutture che in molti ci invidiano e dell’entusiasmo dei tanti volontari, non ce la siamo sentita di impegnare tanti soldi con costi elevati soprattutto per la logistica della kermesse perché scaldare un campo indoor costa molto”, spiega Anna Bagnasco, presidente del Nuovo Circolo Ilva.

Una decisione, non semplice che ha creato molte spaccature perché i tanti veterani che avevano inventato la manifestazione non hanno accettato di buon cuore la decisione dei vertici del sodalizio ma alla fine far quadrare i conti è una priorità anche nello sport e allora si è scelto di non fare il Torneo che iniziava a fine novembre per chiudersi nei giorni di Natale. Non una rinuncia definitiva però, come spiega Anna Bagnasco: “E’ chiaro che la nostra è una rinuncia temporanea perché vorremmo tornare già il prossimo anno a organizzare la manifestazione magari in un’altra stagione. Per rispetto al Capodanno abbiamo anche scartato ipotesi minimaliste come allestire un torneo di pochi giorni: se Capodanno deve essere, lo sarà secondo i suoi antichi fasti e non daremo mai questo nome a un torneo che non abbia precise caratteristiche. D’altronde, quando abbiamo spiegato i motivi della nostra rinuncia ai tanti atleti che ci hanno chiamato per iscriversi, e non sono state conversazioni semplici, lo abbiamo fatto avendo bene a mente che il Torneo di Capodanno è un patrimonio non solo del nostro Circolo ma del mondo del tennis giovanile italiano”, conclude Anna Bagnasco il cui entusiasmo e la cui fermezze nel prendere decisioni difficili sono la garanzia della continuità di una storia, quella del Nuovo Circolo Ilva, che è ormai parte integrante della piccola grande storia contemporanea della nostra città.  
25/12/2014
Maurizio Iappini - sport@ilnovese.info

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook