Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Lega A2 Gold

Nel derby una volitiva Junior è superata da Torino 69-62

La Manital vince la sfida del PalaRuffini contro una Novipiù che combatte fino alla fine ma che è costretta a cedere il passo ai torinesi
LEGA A2 GOLD - La Junior non trova le chiavi per avere la meglio di una Pms che butta in campo tutte le sue energie, guadagnandosi le Final Six di Coppa. I ragazzi di coach Ramondino difendono con intensità contro i forti cugini torinesi, ma faticano oltremodo a trovare la giusta circolazione offensiva, perdendo la gara 69-62: non riesce alla Junior la rimonta finale operata nella seconda metà di quarto periodo, dopo aver inseguito per tutto il match.

LA PARTITA - Partenza accelerata di Torino che si porta subito avanti 8-2 dopo 3’ di gioco grazie alle buone transizioni offensive trovate da Giachetti e compagni, con un Fantoni in grande spolvero. Il canestro di Blizzard non argina la veemenza della Manital che si porta sul +10 col jumper di Lewis. Torino corre, Casale soffre a rimbalzo e la prima frazione si chiude sul 22-8 per i padroni di casa. Alla ripresa del gioco, il canestro dalla media di Samuels e la bella penetrazione di Natali riportano sotto la Junior: 24-13 a 6’ dall’intervallo lungo. Continua a giocare bene la Pms che mette sul parquet la giusta aggressività, ma i ragazzi di coach Ramondino non stanno a guardare e con la tripla di Tomassini si rifanno sotto (31-25, a meno di 2’ dalla seconda sirena). Un libero a testa per Fantoni e Martinoni sancisce il 35-26 con cui le squadre tornano negli spogliatoi. Ancora Fantoni riapre le danze al rientro sul parquet, subito impattato dalla schiacciata di Fall. Le squadre faticano a trovare ritmo in attacco, forzando molte conclusioni, abbassando le percentuali, ma 5 punti in fila di capitan Martinoni riportano la Junior sul 44-37 a meno di 4’ dalla terza sirena. Terza frazione che si chiude con la bimane di Samuels che segna il -4 della Novipiù. Pronta reazione di Torino in apertura di ultimo quarto: i ragazzi di coach Bechi piazzano un terrificante break di 12-0 riportandosi sul massimo vantaggio (+16), ipotecando la gara. Tomassini segna il primo canestro rossoblù dopo la metà del quarto periodo, ma Fantoni ribadisce prontamente le gerarchie del match: 57-44 a meno di 5’ dal termine. Fiammata di una ferita, ma non rassegnata, Novipiù che si riporta al -4 con la tripla di Marshall, quando manca 1’23” alla fine dell’incontro. La Manital però vuole la vittoria, chiudendo sul 69-62 il derby.
 
MANITAL TORINO – NOVIPIU’ CASALE 69-62 (22-8, 35-26, 46-42)

MANITAL TORINO:
Giachetti 21, Fantoni 15, Fiore ne, Rauti ne, Lewis 23, Viglianisi, Berry 5, Vangelov ne, Rosselli 4, Gergati 1, Pichi ne All. Bechi
NOVIPIU’ CASALE:
Giovara E. ne, Amato 2, Tomassini 11, Natali 5, Blizzard 5, Martinoni 14, Ruiu ne, Fall 4, Giovara M. ne, Samuels 9, Marshall 12 All. Ramondino


RAMONDINO: “COMPLIMENTI A TORINO CHE HA GIOCATO CON PIÙ AGGRESSIVITÀ” - “Al di là dell’andamento della gara che ci ha visto sempre rincorrere, andando sotto anche di 15 punti, credo che oggi sia stata più la nostra partita che quella della Manital, visto il potenziale offensivo di Torino che segna quasi 90 punti nelle sue vittorie, giocando oltre 85 possessi offensivi. Siamo andati sotto con un livello di consistenza che non è adeguato a questo livello, che non è ancora il nostro, ed ad oggi dobbiamo prenderne atto per continuare a lavorare. Torino ha giocato con più aggressività rispetto a noi, meritando la vittoria, ma si sono anche visti nostri progressi come a rimbalzo in cui abbiamo lavorato meglio, seppur concedendo due rimbalzi d’attacco alla Manital, in un momento chiave del match e sanguinosi per noi”.




29/12/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook