Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Pallavolo - Serie B Maschile

La Novi Pallavolo dà tutto a Torino, ma alla fine la spunta il S.Anna

Sul campo del S. Anna, i biancoblù hanno ceduto solo tie break 3-2 al termine di due ore di battaglia sportiva che hanno dimostrato che Moro e compagni possono lottare alla pari con chiunque anche lontano dal PalaBarbagelata
TORINO - Più che di un passo a vuoto, la sconfitta di Piacenza con la capolista Canottieri Ongina aveva dimostrato, indipendentemente dall’esito finale della partita, che la Novi Pallavolo aveva superato quel complesso della trasferta che in un solo girone, quello di andata, aveva fruttato un solo successo pieno, per di più sul campo della corazzata Cuneo. La riprova si è avuta domenica nel tardo pomeriggio a Torino: sul campo del S. Anna, i biancoblù hanno ceduto solo tie break 3-2 al termine di due ore di battaglia sportiva che hanno dimostrato che Moro e compagni possono lottare alla pari con chiunque anche lontano dal PalaBarbagelata. Certo, il S. Anna non è la compagine che ci si aspettava alla vigilia della stagione ma i torinesi sono comunque solidi e quadrati, destinati a crescere in classifica. Proprio la graduatoria del girone A di serie B è la dimostrazione che in questa stagione non è facile vincere con nessuno e bastano un paio di giri a vuoto per trasformare la classifica da positiva in deficitaria e rende l’idea proprio la Novi pallavolo maschile quinta con 23 punti a pari merito con Cuneo e Alba, a distanza di sicurezza dalla zona calda e a poche lunghezze dalla quarta piazza, occupata da un Garlasco che a Novi non è parso poi così irresistibile.

La salvezza è ormai un dato quasi di fatto, salvo clamorosi cataclismi allo stato inimmaginabili: servirà fare punti soprattutto lontano da casa sul terreno delle squadre pericolanti come Asti o Albissola e al contempo strappare qualche risultato pesante in caso contro che precede in classifica come quel Fossano che sabato alle 21 sarà di scena a Novi e che è terzo in graduatoria, con una rosa costruita per essere protagonista e che all’andata strapazzò i novesi. Servirà probabilmente ripetere la bella prova di Torino col S. Anna dove i biancoblù hanno vinto 30-28 la prima frazione per poi soccombere con un duplice 20-25: quando tutto sembrava perduto, nel quarto set, Moro e soci hanno tirato fuori dal cilindro una prova superlativa imponendosi 28-26 e giocandosi il tutto per tutto in un set corto che ha rischiato di diventare infinito prima di premiare, solo per la matematica, i padroni di casa che si sono imposti 18-16. Insomma un match che ha rinfrancato il morale e ha dimostrato che i novesi nonostante siano una compagine autarchica all’80% possono ambire a un ruolo di outsider di un girone A dove c’è una sola squadra capace di dettare legge mentre le altre possono giocarsi le loro carte alla pari. 



SANT'ANNA TOMCAR TO AS - NOVI PALLAVOLO AL 3-2 (28-30 25-20 25-20 26-28 18-16)
30/01/2017
Maurizio Iappini - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook