Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Coppa Italia Eccellenza

La Novese dà buca alla Coppa Italia: al 'CentoGrigio' si presenta solo l'Acqui

Clima surreale al 'CentoGrigio': in programma Novese-Acqui (Coppa Italia d'Eccellenza) ma in campo c'è la Berretti dell'Alessandria. Delvecchio, neotecnico dell'Acqui: "Loro hanno tesserato gli Juniores, quindi a rigor di logica si sarebbero dovuti presentare. E' una situazione imbarazzante”
ALESSANDRIA - Che la partita non s'aveva da fare lo sapevano tutti, addirittura con qualche giorno d'anticipo. L'Acqui, se pur in versione largamente rimaneggiata – solo 8 i giocatori annotati in distinta – ha legittimamente deciso di presentarsi lo stesso al campo del 'CentoGrigio' di Alessandria, dove alle 15 si sarebbe dovuta disputare Novese-Acqui, valevole per la Coppa Italia d'Eccellenza. Dei rappresentanti della Novese (giocatori o fantomatici dirigenti) come annunciato, nemmeno l'ombra. “E' una cosa incredibile, oserei dire una vergogna. A quanto pare loro hanno tesserato gli Juniores, quindi a rigor di logica si sarebbero dovuti presentare. E' una situazione imbarazzante” afferma il neo mister acquese Michele Delvecchio (nella foto), visibilmente contrariato.

Da Novi verso Acqui non è partita nessuna chiamata, nessuna comunicazione a riguardo. “Non abbiamo sentito nessuno. Non mi stupisco, dopotutto vorrei sapere chi conosce i nomi dei rappresentanti della società in questo momento. Ad ogni modo, anche se da Novi si fossero fatti sentire, il rinvio deve essere ufficializzato da terna arbitrale e Federazione”. Rinvio in effetti decretato dal direttore di gara dopo i canonici 45' di attesa.
Un viaggio non proprio a vuoto quello dei bianchi: se la partita non si fa, che almeno si sfrutti l'occasione per scaldare ulteriormente i muscoli in vista dell'avvio di campionato con una seduta d'allenamento più o meno improvvisata. Campionato che per l'Acqui si preannuncia a dir poco impervio. “Stiamo cercando di allestire una rosa se non competitiva perlomeno completa in tutti i reparti” aggiunge Delvecchio. Al momento i giocatori tesserati sono una quindicina, “ma nel corso dell'ultima settimana contiamo di aggiungere ancora qualche nome”.

Tra due squadre tutt'altro che in buona salute – una delle due è praticamente in coma irreversibile – occorre rendere merito a quella che sta facendo il possibile per onorare la stagione alle porte, pur dovendo fare i conti con evidenti difficoltà societarie e grosse emergenze di organico. La partita, dunque, non si è giocata: l'Acqui ha percorso circa 40 chilometri per una semplice seduta di allenamento a ranghi molto ridotti e sotto un sole cocente, mentre sul prato del campo a 11, a giocarsela in amichevole, rimangono le giovani promesse della Berretti locale insieme ai pari età della Pro Sesto.
28/08/2016
Alessandro Francini - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook