Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Prima Categoria - girone H

La Luese espugna il "Pisci", playoff sempre più vicini.

Dopo un primo tempo equilibrato, nella ripresa sono Martinengo ed Acampora a dare dimensione al risultato

 

ALESSANDRIA - Blitz esterno della Luese che espugna il “Pisci” (3-1) e si rilancia in classifica agguantando il Villaromagnano a quota 45 punti. Un risultato fondamentale in chiave playoff, mentre l’Aurora di Pino Primavera – di ritorno sulla panchina biancorossa – rimane ferma a 32 senza più nulla da chiedere alla stagione. L’avvio di gara sembra sorridere agli alessandrini: Rama su punizione impegna Filì e – dopo la risposta di Dado Andric su cui Maino è attento – arriva il gol del vantaggio. Akuku trova un varco e si presenta dinanzi a Filì che lo stende, penalty nettissimo trasformato da Perri (7’). Lo stesso centravanti si “pappa” il bis pochi minuti dopo sugli sviluppi di un corner. Errore grave perché la legge del calcio è letale e al 14’ Bellio scarica un destro tagliente e preciso che gonfia la rete complice anche un posizionamento errato di Maino. L’1-1 è però un risultato costantemente in bilico, vista la facilità di entrambe le compagini ad andare alla conclusione: Di Balsamo da una parte e il solito Andric dall’altra spaventano le rispettive retroguardie, imitati da Rama al 40’ (prodezza balistica vicinissima ai pali) e Acampora (traversa clamorosa su piazzato) al 43’.

Nell’intervallo mister Alessandro Moretto cambia qualcosa e inserisce Giacometti per De Nitto, ma in generale i biancoblu rientrano in campo più determinati. L’Aurora viene sorpresa dall’impeto di Bellio che recupera palla in mediana e con un break irresistibile innesca Daniele Martinengo. L’ex Asca a tu per tu con Maino è glaciale: 2-1 Luese (55’). Il sigillo lo pone Acampora con una splendida demi-volèe al 65’. Monferrini ora sul velluto, mentre sul fronte alessandrino Tine è troppo nervoso e si fa espellere per doppia ammonizione (84’). Al triplice fischio dell’arbitro Aleiandri di Asti gli ospiti dunque possono gongolare, sia per la vittoria sia per l’ingresso di Michele Martinengo dopo un lungo stop per infortunio. Queste le parole di Moretto: “Dopo una prima frazione equilibrata siamo usciti alla distanza e avremmo potuto segnare il quarto gol con più lucidità nelle ripartenze. Non caliamo proprio adesso, il campionato è lungo e dobbiamo mantenere la concentrazione”. Amareggiato Primavera: “Ritmi troppo blandi, dovevamo continuare con l’intensità dei primi minuti. Dopo l’1-1 loro hanno fatto prevalere la maggior qualità tecnica e noi non siamo stati agonisticamente cattivi. Complimenti agli avversari, anche se le loro marcature sono arrivate per errori individuali nostri”.


AURORACALCIO - LUESE 1-3
Reti: pt 7’ Perri rig.; 14' Bellio, st 10' D.Martinengo, 20' Acampora

AuroraCalcio (3-4-3):
Maino 5.5; Pometto 6, Giordano 6, Di Balsamo 6.5; Rama 6.5, Tine 5, Verone 6 (38’st V.Moscatiello ng), Belkassioua 6; Akuku 6.5, Perri 6.5. A disp: Cipolla, Calabrese, Castello, E.Moscatiello. All.Primavera

Luese (4-4-2): Filì 6; De Nitto 6 (1’ st Giacometti 6), Piccinini 6.5 (38’ st Cuculas ng), Mazzoglio 6, Peluso 6.5; D.Martinengo 6.5, Russo 6, Greco 6, Bellio 7; Andric 6.5, Acampora 7 (27’st M.Martinengo 6). A disp: Creuso, Grimaldi, Bonsignore, Vignolo. All.Moretto

Arbitro: Aleiandri di Asti 6

NOTE: ammoniti Caselli, Tine, Akuku, Filì, D.Martinengo. Espulso al 39'st Tine per somma di ammonizioni. Angoli: 5-2 per l'Aurora. Recupero: pt 1', st 0'.

 

30/03/2015
Nicola Fraschetta - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook