Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie A2 - Play off

La Junior non vuole smettere di sognare: Blizzard firma il 2-0

La Novipiù chiude in svantaggio il primo quarto, poi mette in campo fisicità ed energia e preme sull’acceleratore: Bologna non molla mai, impatta nei minuti finali ma a 24” dalla fine una tripla siderale di Blizzard e due tentate conclusioni fallite da Cinciarini mettono la parola fine
CASALE MONFERRATO - Non smette di stupire questa Novipiù Casale che contro la Fortitudo Bologna si porta sul 2-0 in questa semifinale playoff. In un PalaFerraris gremito con 3033 persone, la Novipiù chiude in svantaggio il primo quarto, poi mette in campo fisicità ed energia e preme sull’acceleratore: Bologna non molla mai, impatta nei minuti finali ma a 24” dalla fine una tripla siderale di Blizzard e due tentate conclusioni fallite da Cinciarini mettono la parola fine. Sabato primo match point a Bologna. 


Cinciarini e Sanders aprono la partita, con la Fortitudo che preme subito sull'acceleratore e Rosselli va a segno per il 5-10. Casale è sfortunata al tiro, con i palloni che si fermano sul ferro: la Effe mantiene il ritmo della partita alle stelle volando su ogni rimbalzo mentre i rossoblu cercano di stare in scia con un'altra tripla di Sanders. Nell'altra metà campo ci pensa Okereafor a rispondere con la stessa moneta (8-14) e Cattapan realizza entrambi i tiri a disposizione dalla lunetta; il botta e risposta tra Chillo e Sanders fa capire la tensione in campo e la Fortitudo piazza poi il break del 12-21. Adrenalina e fisicità ora fanno da padroni, con Blizzard che chiude il quarto 14-22. 

Il secondo quarto prende il via con il botta e risposta tra Amici e Blizzard, mentre le due difese stringono le maglie: Severini si alza da dietro l'arco e realizza il 19-24 mentre gli animi si scaldano sempre di più e coach Ramondino ferma il gioco. Il gioco da tre punti di Tomassini manda in visibilio il PalaFerraris mentre Severini lotta senza sosta a rimbalzo per poi andare ad impattare sul 24-24; Denegri conquista un viaggio in lunetta mentre per la Fortitudo ci pensa Okereafor a muovere la retina. Le due formazioni non lasciano libero un solo centimetro di campo con la Junior che va nuovamente a segno a gioco fermo con Martinoni e Severini realizza il 28-26: il fallo antisportivo fischiato contro Italiano manda ancora in lunetta Martinoni che realizza entrambi i tiri, e Casale vola sul 33-26 con il canestro di Tomassini. L'area di gioco diventa una bolgia e Mancinelli prova a scuotere i suoi seguito da Cinciarini, Blizzard non ci sta e muove ancora una volta la retina della Junior, Mancinelli accorcia le distanze, ma è ancora Blizzard a chiudere il quarto 38-33. 

Il canestro di Marcius inaugura il terzo quarto e Martinoni lo imita alla lettera, per la Fortitudo è sempre Mancinelli a caricarsi i suoi sulle spalle, ma Casale non vuole cedere e si porta sul 44-35 con coach Pozzecco a chiamare timeout. Gandini fa valere la sua fisicità sotto le plance e Cinciarini infiamma la retina della Effe: ci pensa Tomassini a ristabilire il tutto, ma Okereafor non ci pensa due volte e piazza la tripla del 46-41. La Junior alza la difesa e porta Mancinelli ad andare in lunetta, nell'altra metà del campo, nel frattempo, ci pensa Bellan ad andare a segno; Bologna si riporta a -2 (48-46) con il 2/2 dalla linea della carità di Chillo e Severini e Marcius in un amen realizzano da sotto le plance. Okereafor e Bellan sono glaciali dai 6.75 metri, non si smentisce nemmeno Blizzard (58-49) e Cinciarini prova a fermare l'accelerata dei rossoblu ma non aveva fatto i conti con Valentini che si iscrive al festival delle triple: Chillo non sfrutta completamente il suo viaggio in lunetta (61-52) e Casale si lancia in difesa, ma Mancinelli sfrutta un contropiede e tiene sempre in scia la Fortitudo chiudendo il quarto 61-54. 

L'ultimo periodo si apre con lo 0/2 di Cinciarini e il tiro di Blizzard che termina sul primo ferro: il primo canestro lo trova la Fortitudo, per mano di Pini, ma Tomassini non ci impiega molto a rispondere e conquista una tripla con il fallo aggiuntivo che portano Casale sul 65-56. Rosselli e Mancinelli cercano una reazione nella Fortitudo, ma è ancora Blizzard a infiammare la retina dei suoi; la difesa rossoblu si fa serrata e Marcius è chirurgico a gioco fermo. Italiano apre il festival delle triple a cui partecipano anche Sanders e Rosselli (75-71) e coach Ramondino richiama immediatamente i suoi in panchina; al rientro è la Fortitudo si mantiene aggressiva in difesa e Italiano va a segno dalla media distanza mentre Marcius realizza solo uno dei liberi a disposizione (76-73). Cinciarini impatta realizzando un gioco da tre punti, Marcius vola a rimbalzo in attacco e conquista ancora un tour dalla linea della carità che questa volta sfrutta appieno: i rossoblu lottano in difesa e Rosselli va in lunetta per il 78-78 a 39" dal termine. Blizzard insacca dalla lunga distanza e coach Pozzecco chiama timeout in vista dell'ultimo possesso: ancora Rosselli in lunetta che realizza solo un tiro, dall'altra parte è il turno di Martinoni che non riesce ad essere chirurgico (1/2). Ancora la Fortitudo con Italiano che fa 0/2 ma conquista la rimessa: Cinciarini fallisce per due volte il tiro del pareggio e la Novipiù conquista la vittoria 82-79. 


NOVIPIU’ CASALE - CONSULTINVEST FORTITUDO BOLOGNA: 82-79 (14-22; 38-33; 61-54)

NOVIPIU’ CASALE: Ielmini, Denegri 1, Tomassini 12, Valentini 3, Blizzard 18, Martinoni 8, Severini 9, Cattapan 2, Bellan 5, Sanders 13. All. Ramondino
FORTITUDO BOLOGNA: Cinciarini 14, Mancinelli 11, Okereafor 12, Fultz, Murabito ne Montanari ne, Chillo 5, Gandini 2, Amici 2, Rosselli 18, Pini 4, Italiano 11. All. Pozzecco 


Le dichiarazioni di coach Marco Ramondino: “Solo complimenti per i nostri giocatori, è stata un’altra battaglia ben giocata dai nostri giocatori. A differenza di Gara 1 abbiamo fatto più fatica a entrare in partita, forse eravamo più nella mentalità di vedere cosa loro ci avrebbero proposto, piuttosto che pensare noi a costruire il gioco. Secondo me, comunque, abbiamo ripreso la giusta rotta già negli ultimi possessi del primo quarto. Sono contento perchè la squadra gioca con altruismo in attacco, i ragazzi si passano la palla e in difesa siamo messi alla prova da livelli di fisicità e talento molto importanti, mentre in difesa siamo sotto pressione e schiacciati nella nostra area da una squadra che ha sempre la prontezza di fare la giocata giusta. E’ veramente bello fare questo tipo di prestazioni che poi portano questi risultati”.
31/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook