Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Calcio

Piazza Duomo è tutta grigia. In tanti alla presentazione dell'Alessandria

Circa 2000 i tifosi che ieri sera si sono radunati davanti alla Cattedrale "Dei Santi Pietro e Marco" per rendere omaggio alla squadra della scorsa stagione e a quella che sta iniziando la prossima

ALESSANDRIA - Un'ora prima dell'arrivo della squadra piazza del Duomo è già gremita di tifosi e semplici curiosi.
Dopo interminabili minuti d'attesa allietati dall'aperitivo gentilmente offerto dall'Associazione Commercianti, poco dopo le 21 la serata entra nel vivo. Il conduttore dell'evento, il collega de “Il Piccolo” Massimo Brusasco, fa partire il video che celebra e ripercorre la stagione scorsa, dalle prime stentate giornate alla gioia per la promozione finale. A seguire una carrellata di tutte le 19 società che i grigi affronteranno nel girone A della prima Lega Pro a divisione unica. Novara, Pavia, Como, Monza ed ovviamente Mantova le più fischiate. A proposito di Novara, proprio ieri pomeriggio è arrivata la sentenza definitiva che nega il ritorno in serie B agli azzurri, che saranno quindi ospiti del “Moccagatta” mercoledì 10 alle 20,45.

Il sindaco Rita Rossa è in ferie, in rappresentanza dell'amministrazione comunale sale quindi sul palco il suo vice Giancarlo Cattaneo. A rappresentare gli ultras ci pensa invece “Audi”, una delle figure storiche della curva mandrogna. Dopo aver pubblicamente confessato il proprio evidente stato di ebbrezza suscitando grande ilarità tra il pubblico, “Audi” si fa più serio invocando più cooperazione tra società e tifosi e dedicando un commosso ricordo al compianto e mai dimenticato Enrico Cislaghi.


 

Arriva poi la tanto attesa passerella riservata a giocatori, allenatore e staff tecnico. Sul palco anche il nuovo ds Magalini e il presidente Luca Di Masi.
Tra i giocatori applausi e cori per i “vecchi”, per coloro cioè che lo scorso campionato sono stati decisivi per la permanenza in Lega Pro. Entusiasmo anche per chi, tra i nuovi arrivati, ha già mostrato i propri numeri nelle amichevoli estive e nei match di Coppa.
Come al solito di poche ma precise parole Luca D'Angelo, che invita i tifosi “a stare vicini alla squadra ora che l'entusiasmo alle stelle, ma anche in futuro quando inevitabilmente arriveranno i momenti difficili”. Il ds Magalini dichiara che il merito della campagna acquisti non è soltanto suo. “Abbiamo lavorato molto in questi due mesi e siamo convinti di aver fatto bene. Adesso siamo pronti per dimostrarlo”.

Per concludere in bellezza non poteva mancare il saluto di chi, con serietà e passione, ha permesso all'Alessandria di tornare ai palcoscenici che merita.

Il presidente Luca Di Masi è visibilmente emozionato e non si lascia sfuggire l'occasione di intonare qualche coro insieme ai tifosi. “E' un'emozione fantastica essere qui. Quest'anno abbiamo costruito una squadra competitiva per rimanere nella parte sinistra della classifica e far divertire i tifosi. Nel corso del campionato vedremo se si potrà puntare anche a traguardi più prestigiosi. In ogni caso andremo a competere con tutti a testa alta”.

Dopo la torta offerta dall'ASCOM ai giocatori grigi, le circa 2000 persone presenti pian piano si dissolvono tra le vie adiacenti. La festa è finita, tra poche ore al “Moccagatta” c'è il Mantova e i tifosi hanno ora in testa una sola parola: adoss!
 
29/08/2014
Alessandro Francini - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook