Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie D - girone A

L'Acqui doma l'Asti e si mette al sicuro

Mezz'ora di gran calcio vale il 3-0 che chiude formalmente la gara, nella ripresa Lo Bosco salva l'onore dei galletti

 

ACQUI TERME - La “Giornata Bianca” diventa campale. L’Acqui stravince all’Ottolenghi contro l’Asti (3-1) e con questa vittoria mette al sicuro la salvezza, regalando una gioia immensa ai circa 300 presenti sugli spalti nel giorno in cui la dirigenza termale ha deciso di non far valere gli abbonamenti. Il ko invece è doloroso per i ragazzi di Ascoli, fermi a quota 35 in piena lotta per non retrocedere. Partenza veemente dei bianchi, che al 5’ sono già avanti: Innocenti fugge via sulla fascia sinistra, cross teso per l’accorrente Coviello che devia in rete. Gli ospiti provano a reagire con un tentativo di Audino su cui Scaffia fa buona guardia, ma è un fuoco di paglia perché intorno alla mezz’ora Tulino commette un’ingenuità ed esce malissimo su un traversone senza pretese. Cangemi ringrazia, stoppa e fa 2-0 (28’). L’Acqui gioca in scioltezza e centottanta secondi più tardi cala il tris facendo impazzire mister Buglio: D.Rossi cerca l’eurogol da 40 metri, incrocio pieno e sulla respinta Roumadi non fallisce. Ovazione per una squadra davvero meravigliosa nelle ripartenze e nel possesso, al punto che Innocenti – complice una caviglia malmessa – rifiata e viene sostituito da Margaglio. Cambio che però non placa lo show acquese: D.Rossi è scatenato, dribbla gli avversari come birilli ed è frenato soltanto da Tulino (45’).

Nella ripresa l’Asti prova quantomeno ad accorciare le distanze, ma la girata di Lo Bosco si stampa sul palo al minuto 52. Dopo una chance sprecata da Coviello, Buglio fa debuttare il neoacquisto Alessandroni e a 6’ dal termine Lo Bosco sigilla il tabellino delle marcature grazie ad un fortunoso rimpallo con Emiliano (3-1). Al triplice fischio del signor Rutella di Enna è festa grande per Genocchio e soci che ora cercheranno di coronare un’annata all’altezza delle aspettative: obiettivo 50 punti, ne mancano appena 8.

Prossimo impegno al “Chittolina” di Vado Ligure. Sul fronte astigiano, invece, mister Ascoli dovrà ridestare il morale del gruppo in vista del complicato match casalingo contro il Borgosesia.


ACQUI-ASTI 3-1

Reti: pt 5' Coviello, 28' Cangemi, 31' Roumadi; st 30' Lo Bosco

Acqui (4-1-4-1): Scaffia 6.5; Simoncini 6.5, De Stefano 6.5, Emiliano 7, Giambarresi 7; D.Rossi 7.5; Coviello 7, Cangemi 6.5 (36'st Cleur sv), Genocchio 6.5, Innocenti 7 (33'pt Margaglio 6); Roumadi 6.5 (30'st Alessandroni 6). A disp: Rovera, Bottino, Martinetti, Del Moro, Mugnai, Buonocunto. All.Buglio

Asti (4-2-3-1): Tulino 4.5; Di Luca 5, Ciolli 6, Carfora 6 (10'st Maio 6), El Harti 5; Campanaro 5.5, Mangiarotti 5.5; Audino 5 (30'pt Grazioso 6), Rolando 5.5, Pira 6 (15'st Micillo 5.5); Lo Bosco 6.5. A disp: Montrucchio, Mariani, A.Rossi, Canale, Di Santo, Merito. All.Ascoli

Arbitro: Rutella di Enna 6 (Cino di Enna e Alemanni di Legnano)

NOTE: giornata primaverile, terreno buono. Spettatori 300 circa (“Giornata Bianca”: non erano validi gli abbonamenti). Angoli: 3-2 per l'Asti. Ammoniti: Roumadi, El Harti, Campanaro, Mangiarotti. Recupero: pt 1', st 3'
 

 

30/03/2015
Nicola Fraschetta - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook