Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Basket

Junior, la presa di Roma

Gara d'orgoglio della Novipiù, che contro la Acea raccoglie la seconda vittoria sotto la guida di Valentini. In gran spolvero Temple, autore di 15 punti

Una vittoria che, in altri momenti, avrebbe fatto fare i salti di gioia. Purtroppo, però, il peso della retrocessione rende praticamente nulla, ma non inutile, l'impresa. Nulla, perchè la bella prestazione fornita contro i giallorossi non stravolge né rende meno pesante la classifica rossoblu; non inutile, perchè la vittoria di Roma entra in ogni caso nella bacheca casalese, una gemma da incastonare che accresce l'esperienza di un club alle primissime armi nel basket dei grandi. Aveva chiesto, il patron Cerutti, un finale di dignità, a testa alta, da parte dei suoi giocatori. Aspettative più che rispettate da parte degli uomini di Valentini, che contro una Acea Roma logicamente non al top dal punto di vista motivazionale, trova vittoria, grinta, carattere. Dimostrando, per quel che vale, di avere potenzialità di gran lunga superiori alla classifica che si ritrova. Il modo migliore, insomma, per salutare la Serie A.

VITTORIA IN RIMONTA, MERCOLEDI A TERAMO – Partono fortissimo i padroni di casa, che piazzano un parziale di 15-6, rimontato dalla Novipiù con un break di 0-11 che consente agli uomini di Valentini di andare in vantaggio, con Gentile in posizione di play particolarmente sugli scudi. Un vantaggio, quello casalese, che viene mantenuto stabile per tutta la prima fetta di gara, con il tabellone che segna 20-23 al suono della prima sirena. Casale tiene bene il campo, e anche il secondo quarto fila liscio per i rossoblu, che vanno all'intervallo sul 37-39: Malaventura, Chiotti, Janning confezionano il vantaggio, mentre Temple rifinisce dalla distanza il canestro che dà la sicurezza di chiudere a proprio favore la prima metà di gara. Nella ripresa, Tucker punisce da tre per ben due volte e porta in vantaggio Roma, proprio lui che fu all'andata giustiziere della Novipiù. Datome, migliore tra i suoi a fine gara con 20 punti, è particolarmente in palla, ma Gentile al suono della terza sirena regala la giocata più bella della partita, quando con personalità va in coast-to-coast e segna il canestro del 57-55. Nell'ultimo quarto Temple apre per la Novipiù, Malaventura mette dentro tre canestri consecutivi e getta le basi per la vittoria, consolidate da capitan Pierich quando mette il canestro del 65-72. Sul finale, Roma rischia di riaprire i conti per l'antisportivo di Janning su Gordic, ma è proprio quest'ultimo a farsi fermare da Temple che scatena il contropiede fatale per Roma: Malaventura vede Janning che tutto solo regala il canestro decisivo

TABELLINO
ACEA ROMA-NOVIPIU’ CASALE 70-76
(20-23; 37-39; 57-55)
ACEA ROMA:
Marchetti ne, Tonolli, Mordente 4 (2/3, 0/2), Crosariol ne, Datome 20 (5/8, 2/5), Kakiouzis 1, Gordic 13 (5/8, 0/2), Maestranzi (0/1 da 2), Gorrieri ne, Tucker 11 (2/5, 2/5), Varnado 11 (5/7), Slokar 10 (4/5). All. Calvani
NOVIPIU’ CASALE: Malaventura 14 (4/7, 2/6), Gentile 9 (3/5, 1/2), Hukic (0/1, 0/1), Pierich 3 (1/2 da 3), Martinoni 5 (1/1, 1/1), Chiotti 8 (4/5), Temple 15 (4/8, 2/4), Stevic 8 (4/5), Janning 11 (3/8, 0/3), Minard 3 (1/6, 0/1). All. Valentini

29/04/2012
Riccardo Robotti - riccardo.robotti@alice.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook