Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie A2 - Play off

Junior-Fortitudo, il via alle danze: alle 20.30 gara 1 delle semifinali play off

Questa sera alle 20.30 al PalaFerraris scatta una semifinale storica per la Junior contro una favorita per la promozione. La società invita tutti a vestire una t-shirt rossa. Attesi oltre 3000 spettatori
CASALE MONFERRATO - Una semifinale Playoff infuocata, storica, che sta mandando in visibilio tutta Casalei: Novipiù Casale - Fortitudo Bologna si giocherà in un PalaFerraris (ore 20.30) che si preannuncia gremito come non si vedeva dagli anni della Serie A. Oltre 3.000 gli spettatori attesi, con una folta rappresentanza bolognese (almeno 500 tifosi), e con la Junior che invita tutti i propri sostenitori a creare l'ormai celeberrimo #murorosso indossando una delle t-shirt omaggiate nel corso degli anni. Curve e Tribune già esaurite, i tagliandi rimanenti nelle due gradinate saranno acquistabili al PalaFerraris a partire dalle 11 di oggi, lunedì 28 (con orario continuato fino alla partita). 

GLI AVVERSARI – La Fortitudo Bologna di coach Gianmarco Pozzecco (subentrato a Matteo Boniciolli dopo i problemi di salute di quest’ultimo) arriva a questa semifinale con lo stesso ruolino di marcia della Junior nei Playoff: vittoria 3-0 negli ottavi di finale (contro Agrigento) e 3-1 ai quarti (contro Verona). La Effe biancoblù, decisamente una delle candidate alla promozione in Serie A, poggia le sue fortune principalmente su un trio di eccezionali giocatori italiani. A partire dal capitano, Stefano Mancinelli, tornato a Bologna l'anno scorso dopo esserci cresciuto (dal 2000 al 2009) e aver vinto lo scudetto 2006: già vincitore del campionato di A2 con Torino tre stagioni fa, i suoi numeri parlano di 13.9 punti, 6.0 rimbalzi, il 52% da due punti e un incalcolabile apporto di esperienza e talento. Di fianco a lui, il miglior realizzatore della squadra è Daniele Cinciarini, guardia del 1983 per anni protagonista in Serie A (Roma, Biella, Avellino, Pesaro, Montegranaro, Pistoia e Caserta), che viaggia a 15.9 punti di media, ai quali aggiunge 2.7 rimbalzi con il 36.4% da tre punti. In una squadra che già poteva contare sul carattere di Nazzareno Italiano e Alessandro Amici, sull'esperienza in regia del bolognese Robert Fultz, nonchè di Giovanni Pini, Matteo Chillo e Luca Gandini sottocanestro, la Fortitudo ha aggiunto durante la stagione Teddy Okereafor, playmaker inglese che viaggia a 8.7 punti, 4.4 rimbalzi e 2.3 assist di media, ma soprattutto la potenza tecnica ed emotiva di Guido Rosselli, campione di A2 l'anno scorso con la Virtus e che quest'anno attenta alla sua terza promozione in 4 anni: Rosselli, con i suoi 12.3 punti, 5 rimbalzi e 5.3 assist di media, è senza dubbio il giocatore più carismatico e vincente che la Consultinvest potesse inserire in organico. E così ha fatto. Chiude il roster il playguardia americano Demetri McCamey, solo 3 presenze finora nei playoff, e in predicato di sedere in tribuna per raggiunto limite di giocatori senior a disposizione del "Poz". 

Le dichiarazioni di coach Marco Ramondino: “Ci aspettiamo una serie di altrettanta durezza dal punto di vista fisico, ma con un livello di esperienza e talento probabilmente ancora più alto rispetto a quelle precedenti, e con una panchina più profonda perchè assortita con giocatori con un livello di esperienza maggiore rispetto a Udine. La Fortitudo Bologna è una squadra costruita e modificata per vincere e noi dobbiamo partire dalla consapevolezza che non basta far giocare male gli avverasi, ma dobbiamo alzare il livello del nostro gioco e cercare di ridurre al massimo gli errori non forzati perchè per l’esperienza e il cinismo che hanno come squadra, loro hanno grande capacità di punire gli errori”.
28/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook