Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Rugby

Il Monferrato Rugby supera anche Varese ed è sempre più secondo

Il Monferrato Rugby espugna il campo del Rugby Varese 43-12, contemporaneamente il Rovato cede in casa davanti al Bergamo (22-24) e così la franchigia monferrina consolida il secondo posto
RUGBY - Il Monferrato Rugby espugna il campo del Rugby Varese 43-12, contemporaneamente il Rovato cede in casa davanti al Bergamo (22-24) e così la franchigia monferrina consolida il secondo posto nel Girone 1 della Serie B. I Leoni di Mister Roberto Mandelli ora hanno quattro punti di vantaggio sui bresciani, terzi, e ben tredici sul Piacenza (quarto), ieri sconfitto dal Lecco 25-18. Rimane invece invariato lo svantaggio di nove lunghezze nei confronti della capolista Lumezzane.

Passa, dunque sul “Levi” di Giubiano, il Monferrato che, nella quindicesima giornata batte il Rugby Varese 43-12 (7 mete a 2). Una bella partita tra due squadre che giocano in maniera simile, danno molto e fanno vedere un buon gioco. La differenza la fanno i dettagli e la maggior intensità messe in campo dai Leoni che, alla fine, dimostrano di meritare ampiamente l’alta classifica. Si può dire poco, invece, al Varese che è ben messo in campo e affronta il Monferrato a viso aperto ma nel complesso ha meno possesso palla e non riesce ad andare oltre il muro difensivo imbastito da Mandelli. Il primo tempo si chiude sul 31-0 per Monferrato che segna cinque mete (due Caramella, Gallo, Romero e Minoletti) e ne trasforma tre (Zucconi) ed ha già il punto bonus offensivo in tasca. Dimostrando rapidità nella manovra, efficacia sui punti d’incontro e supremazia un touche e in mischia, dove è determinante la prima linea formata da Gallo, Chibsa Nuhu e Bastita, che hanno fatto la differenza nelle fasi statiche ma anche nel gioco aperto. Ampiamente promossa anche la linea dei trequarti guidata da capitan Zucconi e dal sudafricano Heymans.
Nella ripresa la franchigia piemontese rallenta, anche per il giallo a Plado, che costringe la squadra a giocare in 14, e concede qualcosa di più al Varese. Nel secondo tempo le mete sono due per parte (per i Leoni a segno uno scatenato Rinero e ancora Minoletti). 

“Siamo stati bravi, perché era importante vincere e lo abbiamo fatto. Inoltre siamo stati finalmente capaci di entrare in partita sin dal primo minuto e per il cuore messo in campo. Oggi ha vinto la squadra, che si è mossa in maniera esemplare, soprattutto nel primo tempo. Siamo uniti e non vogliamo mollare, ci crederemo sino a quando la matematica non ci condannerà” afferma capitan Jacopo Zucconi. “Gran bel gioco offensivo nel primo tempo, ma anche un’ottima difesa, che ci ha consentito di partire più volte dalla nostra difesa ed arrivare in attacco. Abbiamo lavorato in settimana sulla rapidità di gioco e sulla velocità di uscita del pallone dai punti di incontro, dinamiche che abbiamo concretizzato in maniera efficace nel primo tempo” le parole di Mister Mandelli. Alle quali si aggiungono quelle del suo vice Diego Baldovino: “Ho visto l’attitudine dei ragazzi fin dal riscaldamento, c’erano voglia e determinazione e lo si percepiva. Ora continuiamo a lavorare, poi si vedrà”.
25/03/2019

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook