Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Calcio

Grigi, presentata la nuova proprietà

L'Alessandria Comunication and Marketing ha acquisito il 100% della quote societarie. Ne fanno parte Gianluigi Capra, Maurizio Pavignano, Valerio Bonanno e Gisella Villata. Cambio anche alla presidenza: Pavignano subentra a Paola Debernardi
L'Alessandria ha una nuova proprietà. Se ne è parlato tanto nelle settimane scorse, ma questa mattina (domenica ndr) c'è stata l'ufficialità. Nessuna rivoluzione, i nomi sono quelli che già avevano fatto parte della società nella scorsa estate. A cambiare sono però le quote in possesso della cordata. Sabato infatti l'Alessandria Comunication and Marketing è entrata entra in possesso del 100% delle quote, avendo acquistato il 70% che deteneva a titolo fiduciario Cesare Rossini. Del sodalizio mandrogno fanno parte Gianluigi Capra (socio di maggioranza), Maurizio Pavignano, Valerio Bonnanno e Gisella Villata.
Con l'avvicendamento di proprietà salutano gli ormai ex Paola Debernardi e Cesare Rossini. Nel ripercorrere un anno di fatiche per riuscire a salvare la società Rossini si è detto orgoglioso di “annunciare finalmente una società che ha una proprietà vera. Queste persone non partono da zero avendo partecipato anche loro al salvataggio dell'Alessandria. Il passaggio è avvenuto in un periodo come aprile in modo che si possa pianificare con i giusti tempi un futuro per la società”. Ringraziamenti per tutti quella che l'hanno aiutata in questa avventura da parte della presidente Debernardi.

L'addio dei precedenti vertici comporta il ridisegno della dirigenza grigia. A diventare presidente è Maurizio Pavignano (di cui potete vedere un'intervista nel video correlato). Del cda, oltre a Pavignano, fanno parte Gianluigi Capra, Paolo Camagna e Valerio Bonanno. “Ringrazio Cesare Rossini e Paola Debernardi per l'ottimo lavoro fatto -ha detto il neo presidente- Quello che garantiamo noi è la messa in sicurezza della società. Il nostro obiettivo infatti è la stabilità finanziaria. Crediamo che il calcio possa continuare ad esistere solo se le società sono con i conti a posto. I benefattori non esistono, quindi le casse devono essere a posto e, di conseguenza, il budget dovrà essere in pareggio. Auspichiamo che anche altre forze imprenditoriali alessandrine vogliano unirsi a noi. Nei prossimi giorni pagheremo gli ultimi debiti rimasti, grazie anche al rapporto instaurato con la cassa di risparmio di Asti, che sono stati un macigno datoci dalle precedenti gestioni di 3 milioni di euro”.
Una volta ripianati i debiti si inizierà a pensare al futuro e a prendere le decisioni per quanto riguarda lo staff tecnico. “Nei prossimi 2\3 mesi cercheremo di definire i ruoli -ha spiegato Gianlugi Capra- Il direttore generale sarà un uomo di calcio. Siamo i primi a sostenere che noi non siamo uomini di calcio. Io sono all'interno di altre società sportive ma c'è la possibilità che il mio impegno si concentri solo sull'Alessandria”.

A cambiare è anche il collegio sindacale. Il nuovo presidente è Tommaso Rossini. Insieme a lui fanno il loro ingresso Mauro Moro e Gianluigi Sfondrini.
15/04/2012

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook