Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie C - girone A

Il Siena fa la voce grossa, tre punti in scioltezza. I Grigi faticano a diventare 'grandi'

Toscani più cinici e cattivi, Alessandria ancora una volta troppo precaria in difesa e che pecca di personalità nelle fasi cruciali del match. Ora servono punti pesanti nelle due sfide interne con Olbia e Arzachena
SIENA - Risultato severo ma giusto al 'Franchi' di Siena, dove la Robur ha meritato la vittoria e sul finale avrebbe anche potuto rendere il passivo dei Grigi più pesante. Toscani più cinici e cattivi, Alessandria ancora una volta troppo precaria in difesa e che pecca di personalità nelle fasi cruciali del match. Le due gare interne con Olbia e Arzachena possono diventare decisive anche in ottica panchina: servono due prove convincenti, possibilmente con i sei punti. I pareggi non bastano davvero più.


La cronaca

D'Agostino schiera Chiarello dal 1' con Gazzi al centro della mediana insieme a Gatto, sulle fasce Gemignani e Badan. Difesa con Agostinone-Panizzi-Prestia. In avanti confermato il tandem Coralli-De Luca. Prima del fischio di inizio un minuto di silenzio per le vittime dell'incendio al centro di allenamento del Flamengo e per Arturo Pratelli, giovane tifoso bianconero morto il 28 dicembre.

Parte meglio il Siena ma al 6' è Coralli a provarci dalla lunga distanza con una palombella che termina alta sulla traversa. I padroni di casa fanno giro palla e si portano più volte nei pressi dell'area con gli affondi sulle fasce, in particolare sulla sinistra con Guberti. Al 23' Gatto interrompe la pressione toscana con un tiro dal 20 metri, palla alta. Al 24' la rete che sblocca il risultato: all'ennesimo calcio dalla bandierina, D'Ambrosio svetta più in alto di tutti e di testa la mette nell'angolino dove Cucchietti non può arrivare (foto a lato). Robur in vantaggio. I grigi provano l'immediata reazione con Coralli che sugli sviluppi di un corner addomestica il pallone e calcia di poco a lato. Al 28' miracolo di Cucchietti che nega il gol del raddoppio a Guberti che su sponda di Vassallo calcia a botta sicura, il tiro è però respinto alla grande dal portiere mandrogno che manda in angolo. Prima mezzora di marca toscana, i piemontesi ci provano con le ripartenze. Al 33' l'Alessandria va in gol con De Luca su corner battuto da Agostinone, l'attaccante mandrogno incorna sul secondo palo ma l'arbitro Carella fa segno che la palla è uscita sulla parabola a giro di Agostinone. Rete annullata agli ospiti. Al 41' ospiti ancora pericolosi con Chiarello che da buona posizione non arriva sul pallonetto-assist di Coralli, blocca Contini. Sul finire della prima frazione grigi all'assalto nella trequarti bianconera, ma si va all'intervallo sull'1-0 per la Robur.

Si apre subito a ritmi alti la ripresa. Al 6' giallo ai danni di Chiarello per un fallo su Vassallo. Nel giro di un minuto poi arrivano due gol: prima al 54' la Robur trova il raddoppio con Aramu su azione di contropiede innescata da Vassallo, che serve Gliozzi al limite dell'area, assist per l'accorrente e liberissimo Aramu che a tu per tu con Cucchietti deve solo spingerla in rete. Tempo di far ripartire il gioco e Chiarello si fa bomber e spinge in rete la palla rimasta nei pressi dell'area piccola su cross dalla sinistra. Al 60', però, i toscani si riportano sui due gol di vantaggio: altra ripartenza dei bianconeri, palla di Vassallo a Gliozzi sul filo del fuorigioco, l'attaccante toscano parte indisturbato verso la porta e di destro trafigge Cucchietti (nella foto). Proteste dell'Alessandria per la presunta posizione di fuorigioco di Gliozzi, sulla dinamica pesa però un probabile tocco di Prestia al momento del passaggio. Partita dalle continue emozioni: al 65' De Luca si divora l'occasione del 3-2  con un diagonale che termina di un soffio sul fondo dopo l'ennesimo contropiede dei secondi 45'. Nel frattempo D'Agostino toglie Gemignani per Sartore, al 72' Bellazzini e Santini prendono il posto di De Luca e Chiarello.  Sbrissa per Bulevardi, Cianci per Gliozzi e Gerli per Guberti nel Siena al 77'. D'Agostino prova il tutto e per tutto togliendo Agostinone e inserendo Rocco. Gazzi arretra in difesa con Panizzi e Presita, grigi a trazione anteriore, ma fino al termine dei 5' di recupero non succede più nulla di rilevante.  


ROBUR SIENA - ALESSANDRIA  3-1
Reti: 25' D'Ambrosio (S), 54' Aramu (S), 55' Chiarello (A), 60' Gliozzi (S) 

Robur Siena (4-3-1-2): Contini; Pedrelli, Rossi, D'Ambrosio, Zanon; Bulevardi (32'st Sbrissa), Arrigoni, Vassallo (48'st Varga); Guberti (32'st Gerli); Aramu (43'st Fabbro), Gliozzi (32'st Cianci). A disp.: Melgrati, Comparini, Di Livio, Romagnoli, Esposito, Imperiale, Chiossi. All.: Mignani  
Alessandria (3-4-1-2): Cucchietti; Prestia, Panizzi, Agostinone (36'st Roco); Gemignani (19'st Sartore), Gatto, Gazzi (19'st Checchin), Badan; Chiarello (27'st Bellazzini); De Luca (27'st Santini), Coralli. A disp.: Pop, Ponzio, Zogkos, Delvino, Maltese, Gerace, Sbampato, Rocco. All.: D'Agostino  

Arbitro: Carella di Bari 

Ammoniti: De Luca, Sartore per proteste, Gazzi 

Spettatori: 2000 circa
10/02/2019
Alessandro Francini - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook