Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Materia Grigia

Giorni felici. La settimana dei Grigi, dal Cuneo al Milan

Tra la vittoria in campionato con il Cuneo, il calciomercato e l'attesa febbrile della partita di Coppa con il Milan, i tifosi Grigi stanno vivendo giorni di euforia. Comunque vada, li ricorderemo nel tempo
MATERIA GRIGIA - La partita di sabato contro il Cuneo non era per niente facile: i tre punti d'obbligo per tenere il passo di un Cittadella impegnato in casa con la Pro Patria, un ambiente dolcemente distratto dai clamorosi successi in Coppa Italia - e con l'attesissima semifinale d'andata alle porte -, un avversario ostico, che all'andata aveva impensierito non poco la squadra allenata allora da Giuseppe Scienza.

Un bel sole e quasi tremila spettatori sugli spalti (compresi una ventina circa di tifosi del Cuneo) accolgono i giocatori in campo. Ancor prima di iniziare, salgono i cori dalla curva, in particolare quello dedicato a Bocalon dopo l’impresa di Spezia. Inizio brillante dell'Alessandria, ma senza la capacità di sbloccare il risultato di fronte alla difesa ordinata della compagine guidata dall'ex Salvatore Iacolino, accolto molto bene nel suo vecchio stadio. Poi una fase di stallo, e qualche fiammata dei Grigi, che però devono aspettare il 78’ per passare grazie a un bel gol di Sosa. Il difensore, tra i migliori (insieme al compagno di reparto Terigi, di nuovo in campo dopo diversi mesi), facendosi trovare ben piazzato al vertice dell'area piccola, raccoglie un cross di Sabato e batte finalmente l'ottimo Tunno.

I tifosi Grigi tirano un bel sospiro di sollievo. La corsa in campionato continua. Decima vittoria su diciannove partite. Dal campo buone risposte da quasi tutti i giocatori, con una menzione speciale per un Simone Branca come al solito molto generoso e dinamico (sempre presente da inizio stagione, il giovane centrocampista lombardo arrivato quest’anno dal Südtirol). Preoccupa l'infortunio di Nicco, uscito dopo appena 13'. Ma la rosa è ampia, e la risposta dei giocatori, anche di quelli meno impiegati (come dimostra proprio l'eccellente prova di Leonardo Terigi) è sempre all'altezza. Tutti contenti, dunque, e un Di Masi rilassato interviene anche in sala stampa.

Nell’organico dei Grigi c'è spazio ancora per un giocatore (per arrivare alla soglia limite dei 24), e già nel dopo gara si rumoreggia di un ulteriore importante acquisto. Il nome ancora non si fa, ma con il passare delle ore si individua il profilo del nuovo innesto della compagine di mister Gregucci. Si tratta di un giocatore davvero di primo piano, Simone Iocolano, una mezzala sinistra di grande talento, in arrivo dal Bassano, di cui era una delle colonne e il capitano. Un investimento importante, che dà ancora più forza al reparto offensivo dell’Alessandria, e che peraltro indebolisce una delle rivali dirette per il vertice della classifica.

Si arriva dunque nel migliore dei modi alla prima sfida con il Milan. L’entusiasmo è alle stelle, l’attenzione mediatica altissima, e i biglietti venduti per la partita di martedì all’Olimpico di Torino raggiungono numeri impressionanti, con settori dello stadio - in particolare la mitica curva Maratona e i Distinti - già esauriti. Comunque vada, sarà bellissimo. Se, rispettando il pronostico, il Milan dovesse vincere con facilità, ringrazieremo i ragazzi per questa splendida avventura e faremo un’altra festa insieme addirittura a San Siro. Se invece i miracoli non fossero finiti, beh.. meglio non aggiungere altro.

Il campionato riprende poi con il posticipo di lunedì sera contro al Cremonese. Altro impegno fondamentale per continuare il cammino verso la B. Con un Iocolano in più, e una città che si sta innamorando di nuovo, e finalmente, della sua squadra di calcio, con quella maglia grigia unica al mondo.
26/01/2016
Giorgio Barberis - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook