Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie D - girone A

Derthona vittorioso in amichevole con la Valenzana Mado

I ragazzi di Domenicali alla prima uscita con il nuovo allenatore superano i rossoblù dell'ex Pellegrini 3-1 con una doppietta di Mazzocca ed un gol di Cavaglià; per gli orafi momentaneo pareggio di Parodi

TORTONA - Buona la prima. All'esordio sulla panchina del Derthona dopo l'ingaggio avvenuto appena una settimana fa Domenicali centra una vittoria che se dal punto di vista ufficiale e del punteggio conta relativamente poco, da quello del morale permette di avere una prima impressione sul Derthona del futuro e sulle scelte che, nel bene e nel male, il nuovo tecnico sembra avere già operato.

Il Derthona si ripresenta con la difesa a tre, ma se il modulo cambia poco gli interpreti invece sono parecchio diversi: in porta rimane Ferraroni, in difesa si schierano Andreis, Battaglia e Miale poi nel centrocampo a quattro ci sono Pellegrino e Mazzocca sugli esterni con Montingelli e La Caria mediani a supportare Ottonello trequartista dietro le punte Serlini e Cavaglià. Sicuramente le assenze di Nebbia e Baudinelli non permettono di comprendere fino a fondo la validità dell'undici presentato al “Cosola” all'insolito orario di mezzogiorno, ma quello che è certo è che il Derthona opposto alla Valenzana dell'ex capitano Luca Pellegrini è una squadra volitiva e con il baricentro spostato molto più avanti rispetto alle ultime uscite della gestione Banchieri. Dal tecnico torinese i bianconeri hanno però mutuato ancora la tendenza a creare molto ma concretizzare poco ed ottenere ancora meno: in cronaca subito una bella azione a liberare Mazzocca sulla fascia per un cross teso dove Pellegrino arriva in corsa ben coordinato e spara a botta sicura trovando il salvataggio sulla linea di Rizzo. Cinque minuti più tardi ancora Pellegrino si trasforma in assist man servendo indietro rasoterra La Caria la cui botta di esterno esce di poco fuori. Intorno al quarto d'ora ancora una palla gol per i bianconeri: Ottonello batte un corner dalla destra, sul secondo palo raccoglie palla Andreis che riesce a girarsi e a concludere a rete trovando ancora una volta il salvataggio di Gramaglia a portiere battuto.

Il Derthona continua a spingere ma la rete non arriva: Serlini trova il tempo giusto per un cross al centro dove Miale viene anticipato in angolo, poi Cavaglià pressa Pinato il tempo necessario perchè l'estremo difensore ospite sbagli il rinvio favorendo Montingelli ma si riscatti subito chiudendogli lo specchio della porta sulla conclusione a rete. Toccherà ancora a Pinato rendersi protagonista in occasione di una punizione dal limite concessa dall'arbitro: il sinistro vellutato del 10 tortonese è perfetto, ma la parata con la mano giusta del portiere della Valenzana è da applausi e salva in angolo la propria porta. In pieno recupero, però, arriva quando meno te lo aspetti il gol del vantaggio dei padroni di casa: sponda aerea di Cavaglià per Mazzocca che di prima intenzione indovina il sinistro al volo e gonfia la rete. Domenicali approfitta dell'intervallo per inserire Aleati, Giordano, Ciappellano, Chirico, Gilio e Zefi, mentre Pellegrini concluderà le sostituzioni piano piano nei quarantacinque minuti rimanenti.

La ripresa però non si apre benissimo per il Derthona che dopo solo cinque minuti vede gli avversari pareggiare: Parodi vince un rimpallo, indovina un tunnel sul difensore e scarica un diagonale di destro potente su cui Aleati si stende ma non ci arriva. La gioia dei rossoblù non dura però nemmeno tre minuti: Chirico viene fermato fallosamente mentre parte per l'ennesima progressione, si incarica della battuta Mazzocca che trova l'angolino lontano rasoterra e riporta avanti i suoi. A chiudere la gara ci penserà poi intorno alla mezz'ora Cavaglià, pronto a sfruttare al meglio un pallone recuperato da Serlini con un tiro a mezz'altezza sul palo lontano che trafigge Pinato e fissa il 3-1 definitivo.

31/12/2014
Fabrizio Merlo - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook