Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Derby tortonese: pari nel fango

Torrtona Villalvernia e Derthona hanno chiuso in parità sull'1-1 il derby disputato ieri, in uncampo interamente coperto da fango
TORTONA - Tortona Villalvernia e Derthona hanno chiuso in parità sull'1-1 il derby disputato ieri. Villa  in cerca disperata di punti, avendo conseguito una sola vittoria negli ultimi cinque mesi e con la necessità di scongiurare il pericolo di una retrocessione diretta; vantaggio cresciuto a due punti  grazie alla vittoria della Novese nello scontro diretto con il Trezzano, ma a scapito di cedere il quartultimo posto proprio ai novesi. Derthona sulle ali dell'euforia, per avere raggiunto quota 42 punti, una felicità solo immalinconita per la morte del padre del presidente Flavio Tonetto. L'avvio del Derthona è strepitoso: al 6' Mazzocca fa fuoco e fiamme a sinistra, brucia Mazzariol e lo costringe a un fallo che costa rigore e ammonizione: batte Valente e Gaione devia in corner. La punta bianconera si riscatta battendo dalla bandierina direttamente in porta e segnando il bellissimo gol del vantaggio. Il Villa fatica a riorganizzarsi, Sterpi sposta Magnè in difesa e avanza Mazzariol che contro Mazzocca non ne vede una, poi altra inversione, con Ceci e destra e MAzzariol a sinistra, dove inizialmente fatica tantissimo e poi senga il gol del pareggio. Il Villa  prende coraggio e si avvicina alla porta: al 35' un errato disimpegno di Zefi porta la palla nei pressi di Mazzini: la punta si destreggia, i due centrali escono per chiuderlo, la palla resta nel fango e capita ai piedi di Mazzariol che dal limite lascia partire un lob che diventa imparabile per Gallino. La ripresa è meno ricca di spunti, con squadre stanche che però non abbassano il ritmo: Mazzini e Geografo impegnano la difesa del Derthona pur tirando raramente, Miftah si sovrappone a Mazzocca a sinistra e dà velocità al Derthona, Chirico fa un buon controllo e spinge Gaione a una gran parata, emulato poi da Gallino su tiro di Genocchio. Ma il pari non si schioda più. A rovinare una partita giocata di buona lena e con qualche vano tentativo di fare emergere ordine tattico e qualità tecniche, è stato il campo: un terreno di gioco, manutenuto dal Villalvernia, in condizioni non dignitiose per potervi disputare una partita di calcio, interamente coperto di fango a impedire lo svolgimento di una partita qualitatia come le squadre avrebbero certamente altrove saputo fare. 

 

29/03/2013
Stefano Brocchetti - redazione@tortonaonline.net

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook