Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Croce Rossa, il soccorso arriva anche in mountain bike

A Tortona la prima squadra di quattro biker che interverrà in occasione di manifestazioni con un massiccio afflusso di pubblico, come fiere, cortei e concerti. Ad addestrarli, gli esperti maestri della scuola di mountain bike "I Cinghiali" di Novi Ligure

TORTONA – Parte a Tortona il primo servizio di assistenza su due ruote: quattro volontari della Croce Rossa sono stati infatti dotati di mountain bike per prestare un primo soccorso durante le manifestazioni con un massiccio afflusso di pubblico, dove una bici riesce a muoversi meglio di una ambulanza.

Le quattro mountain bike sono state donate da una volontaria della Cri di Tortona unitamente all’attrezzatura necessaria per il primo soccorso. Ad addestrare i volontari nell’uso delle bici sono stati invece i maestri della scuola di mountain bike “I Cinghiali” di Novi Ligure. «È stata una bellissima esperienza e un onore per noi poter affiancare i volontari della Croce Rossa nella preparazione di un percorso che riproduceva gli ostacoli necessari per apprendere gli accorgimenti tecnici fondamentali – ha detto il presidente dei Cinghiali Gigi Fiorone – Questi ragazzi sono “pronti a tutto”: casco ben allacciato, freni pronti e tanta voglia di aiutare chi è in difficoltà. Un grazie di cuore a questi angeli, da parte di tutti noi».

A livello nazionale, la “Croce Rossa in bici” nasce nel 2009 in via sperimentale, come un servizio di primo soccorso e assistenza su due ruote, che oggi si consolida ulteriormente presso la sezione di Tortona, dove è prevista la presenza di quattro operatori su altrettante biciclette mountain bike. La squadra di bikers sarà impiegata in aree e periodi con maggiore afflusso di cittadini, come fiere, cortei, concerti, con l’obiettivo di dare loro assistenza in caso di necessità.

Lo scopo di questa iniziativa è di stabilire un contatto diretto e professionalmente qualificato con l'infortunato e, quando sia necessario, allertare gli altri organismi competenti per il miglior coordinamento e la buona riuscita del soccorso, così da avere un triage più accurato.
Il servizio è attivo anche a Roma, Firenze, Milano, Bari, Catania, Rosignano Solvay, San Benedetto del Tronto, Sesto San Giovanni, Sorrento, Cremona, Ciampino, Arezzo, Fermo, Sansepolcro, Ariccia, Genzano, Lanuvio, Manfredonia e Cuneo.
28/03/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook