Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Calcio

Casale, adesso si fa sul serio

Domenica inizia il campionato. Di fronte agli uomini di Rodolfi un Milazzo già in difficoltà. Preso nelle ultime battute di calcio mercato l'attaccante Lorenzo Cinque
Si parte, finalmente, con il calcio vero, quello che ci accompagnerà da qui fino a maggio. Domenica sarà campionato, e non più amichevoli o tornei dal valore molto dubbio. Il Casale dovrà prima di tutto dimenticare le fotografie dell'ultima partita di campionato, giocata in un "Palli" che fino a dicembre rimarrà forzatamente deserto proprio per i fatti che accaddero in quel maledetto pomeriggio contro l'Entella, nel quale accadde - è proprio il caso di dirlo - di tutto. Dimenticare il passato, quindi. Un compito in parte agevolato dal fatto che in campo scenderà una squadra quasi del tutto rivoluzionata, affidata ad un allenatore lontano mille miglia rispetto alle vicissitudini che hanno oscurato il più recente passato nerostellato. E' l'alba di un progetto completamente nuovo, che fino a questo momento però non ha potuto fare a meno di un pizzico di passato, dato che nell'unica competizione ufficiale sin qui disputata, la Coppa Italia, i nerostellati sono andati avanti grazie alle prodezze di Siega e Curcio. I due reduci dalla passata stagione sono, con Grieco che non è ancora al top, la lama con la quale il Casale punta a ferire maggiormente, forte di una difesa e di un centrocampo molto solidi. In attacco è arrivato in extremis Lorenzo Cinque, 21enne prelevato dalla Lazio. Difficile comunque vederlo già all'opera questa domenica. Un peccato, visto che di fronte il Casale si ritroverà un undici già in diffcoltà.

MILAZZO, VERO E PROPRIO CANTIERE - Sarà, forse, l'emozione di essere entrati per la prima volta nel calcio che conta, anche se questo non può essere di certo un alibi. Fatto sta che il Milazzo si presenta un po' impreparato al primo esame di settembre. La società ha cincischiato a lungo, indecisa se rinnovare o meno la fiducia ai propri singoli, e a peggiorare la situazione ci si è messa pure la Lega che non confermando alcuni transfer ha bloccato diversi giocatori impedendo loro di giocare parte del precampionato. L'arrivo nel messinese di Lo Monaco, ex Catania e Genoa, ha comunque già sortito effetti positivi: in rossoblù sono arrivati Dama, che ha ben figurato in Serie D, Evola, ex Novara, ma soprattutto Lewandowski, che ha giocato a Padova e Monza, e Di Piedi, ex Sheffield Wednesday e Apoel Nicosia. Crescerà, molto probabilmente, il Milazzo, e magari nel tempo si leverà di dosso l'etichetta di "squadra materasso", ma oggi quella siciliana è una squadra vulnerabile, che deve essere aggredita. E per chi ha fame di punti come il Casale non ci poteva essere occasione più ghiotta.

GRIECO IN DUBBIO - Sul fronte formazione, per il Casale tutto ruota intorno alle condizioni di Grieco. L'attaccante, che per esperienza è la stella della squadra un po' come lo è stato l'anno scorso Taddei, ha saltato praticamente tutta la preseason causa infortunio, e la sua condizione non è al top come quella dei compagni. La voglia di farlo debuttare è tanta, ma fino all'ultimo Rodolfi sfoglierà la margherita. Se del caso, sarebbe già pronto il piano B: Curcio unica punta, Siega e uno tra Steri e Guccione a supporto, centrocampo a tre con Giunta, Molino ed El Kamch. In difesa praticamente confermato il quartetto già collaudato nelle ultime uscite, con Capelli a destra, Monaco a sinistra e coppia centrale Cirina-Moretto.
 

La sconfitta del Milazzo con il Vigor Lamezia in Coppa Italia
31/08/2012
Riccardo Robotti - riccardo.robotti@alice.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook