Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Bike the Nobel, raccolta firme al museo del Ciclismo

Anche Novi, grazie al Museo dei Campionissimi, ha aderito a “Bike the Nobel”, nuova campagna di sensibilizzazione promossa dalla trasmissione radiofonica di Radio2 Caterpillar. Il programma ha deciso di lanciare una candidatura molto speciale per il premio Nobel per la Pace 2016: quella della bicicletta
NOVI LIGURE – Anche Novi Ligure, grazie al Museo dei Campionissimi, ha aderito a “Bike the Nobel”, nuova campagna di sensibilizzazione promossa dalla nota trasmissione radiofonica di Radio2 Caterpillar. Il programma, condotto da Massimo Cirri e Sara Zambotti, ha infatti deciso di lanciare una candidatura molto speciale per il premio Nobel per la Pace 2016: quella della bicicletta, mezzo a due ruote più usato al mondo e uno dei più antichi.
Per sostenere l’ambiziosa e ovviamente simbolica candidatura, Caterpillar invita cittadini, enti e associazioni a contribuire attraverso l’organizzazione di raccolte firme, sondaggi e altri eventi. Lo scopo è di creare un’ipotetica “staffetta a pedali” per consegnare la candidatura alla commissione che si riunirà a Oslo nel febbraio 2016.

Tra i punti di raccolta che promuovono “Bike the Nobel” – definiti hub dagli organizzatori – non poteva certo mancare il Museo dei Campionissimi di Novi Ligure che è stato inserito nell’elenco ufficiale degli enti che aderiscono al progetto (attualmente se ne contano una trentina in tutta Italia). Fino al mese di febbraio, quindi, presso la struttura novese verrà esposto il logo della campagna (una grande bici rossa che al posto dei raggi ha il simbolo della pace) e sarà possibile trovare i moduli per partecipare all’iniziativa.
Soddisfatto dell’iniziativa è anche il sindaco, Rocchino Muliere: "Trovo l’idea molto bella dal punto di vista simbolico. Ritengo giusto, quindi, che Novi Ligure, città dei Campionissimi, abbia aderito. Credo che anche grazie a campagne di sensibilizzazione come questa sia possibile incentivare l’uso della bicicletta come mezzo di mobilità sostenibile".

I motivi per cui Caterpillar ha deciso che le due ruote possano essere uno strumento di pace sono riassunti nel manifesto che promuove l’iniziativa
: "La bicicletta è il mezzo di spostamento più democratico a disposizione dell’umanità, non causa guerre, non inquina, riduce di molto gli incidenti stradali, elimina le distanze tra i popoli, è uno strumento di crescita per l’infanzia e, in passato, è stata usata dai movimenti di liberazione e resistenza di molti paesi".
Per il Museo novese, una prima e importante occasione per promuovere la campagna sarà il 2 gennaio prossimo, giornata dedicata alla commemorazione di Fausto Coppi, ma anche data di inaugurazione della nuova mostra che quest’anno si chiamerà “Pazza Bici” e vedrà esposte tutte le ultime novità, innovazioni e stranezze dedicate proprio a coloro che decidono di non rinunciare a spostarsi in bicicletta, anche nelle condizioni più estreme.
26/12/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook