Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Silvano d'Orba

Antipasto di campionato: c'è il Rapetti

Questa sera, dalle 20.15, si sfidano la formazione di casa, la nuova Pro Molare, il Mornese e il Lerma Capriata in un anticipi di Prima e Seconda Categoria
SILVANO D'ORBA - A dieci giorni dall’inizio del campionato, torna a Silvano d’Orba il Memorial “Stefano Rapetti”, giunto ormai alla 14esima edizione. Rispetto al passato, cambia il formato della manifestazione, a cui hanno aderito quattro formazioni locali che militano in Prima e Seconda categoria. Oltre ai padroni di casa della Silvanese, saranno della partita le prime squadre di Mornese, Lerma Capriata e la Pro Molare.

A partire dalle ore 20.15 di questa sera sono in programma quattro partite, che si svolgeranno presso gli impianti sportivi “Stefano Rapetti” di Silvano d’Orba. Nella prima semifinale ci sarà la sfida tra la Pro Molare di Marco Albertelli e il Mornese di Alberto Boffito. A seguire, a partire dalle ore 20.45, spazio alle altre due formazioni, ovvero la Silvanese di mister Tafuri e il Lerma Capriata di Fabio Andorno. Tante le novità negli organici delle quattro squadre, che utilizzeranno il torneo benefico per studiare gli ultimi accorgimenti in vista del debutto in campionato.

Oltre al lato sportivo non va dimenticato il fine della manifestazione, che vuole ricordare Stefano Rapetti, a cui è intitolato anche il campo sportivo della città. Il giovane di Silvano d’'Orba è stato protagonista nell’agosto 2001 di un gesto di coraggio e di estremo altruismo che gli è costata la vita. Stefano Rapetti è infatti andato in soccorso ad una vicina di casa minacciata assieme ai suoi due bambini dal suo ex convivente ed è stato fulminato da un proiettile. Il Memorial è stato voluto, anche con la partecipazione della famiglia - papà Franco, mamma Maria Teresa e i fratelli Pinuccio e Fausto -, per dare il giusto significato a questo gesto.

29/08/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook