Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Prima Categoria - girone H

Alla Canottieri basta Timis per restare in Prima. Retrocede il Sexadium

Spareggio noioso con le due formazioni bloccate dalla paura di perdere e dal clima soffocante, deciso da una rete nei supplementari della punta rumena
ALESSANDRIA - Non bastano i tempi regolamentari per rompere lo stallo in campo fra Canottieri Alessandria e Sexadium. A deciderla è Timins, nei supplementari, regalando l'ultimo verdetto della stagione ai suoi e costringendo il Sexadium alla retrocessione. Frantumando la suspance della partita dopo oltre 100 minuti di gioco, l'esterno sinistro invece regala ai suoi la permanenza in Prima Categoria per un altro anno.

Gara a ritmi blandi fin dall'avvio, con i locali attenti a non scoprirsi: primo tentativo di Simone Ottria finisce alto al 26', così come la risposta di Cerutti sessanta secondi più tardi. L'azione si fa più intensa soltanto negli ultimi 10' della prima frazione per merito dell'eterno Andric, che si dispera: al 35' il 42enne croato approfitta di un clamoroso errore in retropassaggio aereo di Bonaldo per controllare e toccare di giustezza alle spalle di Gallisai, calciandola incredibilmente sul fondo. Dieci minuti più tardi ancora il numero 11 prova a dribblare il portiere rossonero, perdendo tempo prima di appoggiare all'accorrente Russo, che manda sopra la traversa.

Le sortite offensive sezzadiesi non preoccupano più di tanto la retroguardia biancoblu, mentre sull'altro versante Andric ci prova ancora dal limite al 77', costringendo Gallisai a deviare in angolo. Gli ultimi squilli dei tempi regolamentari giungono da un bolide fuori misura di Cirio all'83' e dalla parata di piede di Gallisai sull'ottimo Cerutti 5' più tardi.

Si va ai supplementari, dove Timis sale in cattedra. Dopo l'inzuccata debole di Avella, il rumeno classe '88 si inventa la rete che manda in Paradiso la Canottieri: triangolazione rapida con Andric e rasoiata tra le gambe di Gallisai al 96'. Pontarolo è sconsolato in panchina e assiste al crollo psicologico dei suoi, che lasciano spazi enormi per il contropiede fallito da un Andric generoso ma sciupone. La mossa disperata è l'ingresso di Gandino, che al 112' – prima di essere espulso per proteste - si incunea in area e trova sulla sua strada i guantoni di Turco a blindare la meritata salvezza per Berri e compagni. 


CANOTTIERI ALESSANDRIA – SEXADIUM 1-0 d.t.s.
Rete: pts 6' Timis

Canottiri Alessandria (4-4-1-1): Turco 6.5; P.Cesaro 6.5, N.Miraglia 6.5, Ferrari 6.5, Faletti 6.5; Russo 5.5, Berri 5.5, Gagliardone 5.5 (11' pts Guerci 6), Polla 5.5 (37' st Timis 7); Cerutti 6.5 (2' sts Rota 6); Andric 6. A disp: Quaglia, Mancuso, Rossini, A.Cesaro. All.C.Miraglia
Sexadium (3-4-1-2): Gallisai 6.5; M.Ottria 6.5, Marcon 5.5, Caligaris 6 (19' pt Alb 5); Bonaldo 5, S.Ottria 6 (36' st Gandino 5), Giraudi 6, Aloi 5.5 (44' st Cipolla 5); Vescovi 5.5; Avella 5, Ranzato 5.5 (9' st Cirio 6). A disp: Goracci, Rapetti. All.Pontarolo

Arbitro: Ballone di Torino 4.5

NOTE: terreno sintetico, giornata calda ma caratterizzata da forte pioggia. Ammoniti Ferrari, M.Ottria, Marcon, Cipolla, N.Miraglia, Gandino. Espulsi Rapetti al 21' st direttamente dalla panchina e Gandino al 15' sts per proteste. Calci d'angolo: 6-3 per la Canottieri Alessandria. Recupero: pt 1'; st 3'; pts 1'; sts 2'. Spettatori circa 100.
 
28/05/2018
Tiziano Fattori - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook