Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Alessandria Volley e Zonta Club uniti contro la violenza sulle donne

Nelle prossime due partite in programma il 2 e 8 dicembre, Zonta sarà presente con lo striscione “Giu’ le Mani dalle Donne”, campagna contro la violenza sulle donne
ALESSANDRIA - Si rafforza la collaborazione tra Alessandria Volley e Zonta. Nelle prossime due partite in programma il 2 e 8 dicembre, Zonta sarà presente con lo striscione “Giu’ le Mani dalle Donne”, campagna contro la violenza sulle donne. Prima della gara sarà letto un messaggio per sensibilizzare il pubblico. Parteciperanno al CentoGrigio anche la presidente Zonta Elisa Lombardi e il Presidente dei Giovani (Z Club Alexandria) Riccardo Poggio. Il 2 dicembre tutti i presenti saranno omaggiati con il braccialetto della campagna contro la violenza di Zonta International. L'8 dicembre, i braccialetti saranno consegnati alle pallavoliste di entrambe le squadre.

La violenza sulle donne uccide più del cancro, più degli incidenti stradali. La violenza sulle donne offende, umilia, deride, limita la libertà di donne e bambine. La violenza non è solo quella sessuale. Le sue vittime non sono solo quelle sfregiate, accoltellate. Non sono solo le spose bambine, le donne messe in strada a prostituirsi, le schiave del nuovo millennio. La violenza è quella silenziosa che si consuma all’interno delle case, nei luoghi di lavoro, nei luoghi di incontro. E’ violenza dire alla propria ragazza come vestirsi. E’ violenza controllare i messaggi sul suo cellulare. E’ violenza ogni mancanza di rispetto, anche tra donne, anche tra compagne di scuola. E’ violenza non rispettare un NO. Il NO significa NO e niente altro La violenza contro donne e bambine coinvolge tutti. Ci riguarda. La violenza si può fermare se facciamo squadra tra uomini e donne, ragazzi e ragazze, adulti e bambini, e insieme ci impegnamo a cambiare e far cambiare mentalità. Non lasciamo alla violenza lo spazio per crescere. Il contrasto alla violenza su donne, ragazze e bambine è una partita che possiamo vincere, impegnandoci tutti i giorni, a scuola, al lavoro, sull’autobus, in coda alla cassa del supermercato, in casa. Giù le mani dalle donne, con RISPETTO perché il 25 Novembre torni ad essere solo il 30° giorno prima di Natale.
29/11/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook