Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Villalvernia

Villalvernia, due nuovi mezzi per la Croce Verde

Fondata nel 1974, oggi la Croce Verde di Villalvernia vive una seconda giovinezza anche grazie a due nuovi mezzi. Per inaugurarli, l'attuale presidente Agostino Bisio ha voluto accanto a sé come madrina la prima presidente Ombretta Marucchi
VILLALVERNIA – Domenica scorsa si è svolta a Villalvernia l’inaugurazione del nuovo Doblò e della nuova ambulanza della locale Croce Verde. Presenti numerose consorelle, operanti sul territorio, a partire dalla celebrazione della messa presso la chiesa parrocchiale. Al termine, un milite ha letto la preghiera del volontario soccorritore. Alla funzione religiosa ha fatto seguito, in piazza Sicbaldi, la benedizione dei nuovi mezzi con il taglio del nastro da parte di Ombretta Marucchi. Era presente il senatore Massimo Berutti e il sindaco di Spineto Scrivia, Alessandro Canegallo; purtroppo, per sigillare la meglio questo momento di festa, si notava l’assenza del sindaco di Villalvernia, Franco Persi.

Di seguito le parole di Agostino Bisio, presidente della Croce Verde di Villalvernia. «Vorrei ringraziare tutti i sindaci del nostro territorio e i loro rappresentanti, le forze dell’ordine, i vigili comunali e del fuoco, la protezione civile, i rappresentanti del 118 e dell’Asl, le associazioni amiche, i responsabili delle strutture anziani che con noi collaborano nei servizi sanitari e in attività socio-culturali. Un ringraziamento va a padre Lorenzo, ai cittadini e alla pro loco del nostro territorio, sempre pronti a condividere con noi progetti e iniziative di ogni genere. Ringrazio il nostro direttore sanitario Giuliano Bonissone e Alberto Bonissone, i militi della nostra Croce Verde di Villalvernia che si sono impegnati a far sì che la nostra associazione potesse raggiungere un traguardo così importante».

«Mentre pensavo alle parole più adatte per questa occasione, leggevo le frasi della preghiera del soccorritore e, credetemi, per una persona che vive queste esperienze, non potevano essere più appropriate. In queste frasi, man mano che si va avanti con la lettura, si delinea la figura di chi intraprende questa strada, con la disponibilità verso il prossimo, le sue paure, le sue incertezze e le sue competenze nei servizi ordinari e di emergenza. Saper ascoltare e lasciarsi coinvolgere dalle situazioni, saper rispondere alle domande di una persona ammalata, in questo caso non è sempre facile, ma anche se non crediamo sia così, qui riaffiora la nostra fede cristiana con quei valori di amore, sostegno, comprensione e rispetto che i genitori ci hanno insegnato e ci aiutano a dare delle risposte anche quando pensiamo di non averne».

«Non bisogna però dimenticare che tutto questo è stato possibile perché nel settembre 1974 un gruppo di persone, prese da questi sentimenti e valori, ha fondato la Croce Verde di Villalvernia e tanti militi nel tempo si sono dedicati al servizio delle persone in difficoltà, anello dopo anello hanno costruito la nostra catena della sopravvivenza; facciamo in modo che con l’aiuto di tutti e in aiuto a tutti a questa catena si continuino ad aggiungere anelli. Ringrazio per questo Ombretta Marucchi, primo presidente della Croce Verde, che condividerà con me il taglio del nastro»
.
9/04/2018
Giampaolo Pepe - novionline@novionline.net

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!