Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Villalvernia

L'appello del parroco per sistemare la chiesa: "Fate offerte, sono deducibili"

Il preventivo per la sistemazione del tetto della chiesa è di 390 mila euro. E così la parrocchia di Santa Maria Assunta, a Villalvernia, ha pensato di scrivere a tutti i fedeli, ricordando un particolare "burocratico" ma importante: le offerte sono deducibili dal reddito
VILLALVERNIA – Il preventivo per la sistemazione del tetto della chiesa è di 390 mila euro. E così la parrocchia di Santa Maria Assunta, a Villalvernia, ha pensato di scrivere a tutti i fedeli, ricordando un particolare “burocratico” ma importante: le offerte sono deducibili dal reddito.

La Commissione degli Affari Economici della parrocchia, citando una riunione tenutasi lo scorso 17 novembre, intende evidenziare come le cifre donate possono essere dedotte parzialmente o totalmente nella dichiarazione dei redditi. Se un privato cittadino versa una cifra alla parrocchia per contribuire al restauro del tetto della chiesa, l’anno successivo a quello del versamento potrà detrarre il 19 per cento dalle tasse che dovrà pagare. Le imprese potranno dedurre dal reddito imponibile la stessa cifra versata.

Il versamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario sul conto corrente intestato alla parrocchia presso Ubi Banca di Villalvernia (Iban IT45 D 0311 14851 00000000 77637 con la causale «Contributo al restauro della chiesa parrocchiale di Villalvernia autorizzato dalla Soprintendenza delle belle arti di Alessandria, Asti e Cuneo con protocollo 12214 del 10 ottobre 2017»). In seguito il parroco provvederà a emettere una apposita ricevuta quale attestazione del versamento effettuato.

È inoltre possibile fare un’offerta di qualsiasi importo indipendentemente dalla deducibilità dalle imposte; in questo caso basta rivolgersi al parroco o a un suo incaricato, che rilascerà una ricevuta attestante il versamento. L’impegno complessivo per i lavori di ristrutturazione della Chiesa è pari a 390 mila euro da utilizzare in tre lotti: tetto, campanile e umidità alle basi. Per quanto concerne il tetto, il primo lotto sarà realizzato nel 2018 ed è prevista una spesa di 200 mila euro con un bando al ribasso. Di questa somma, 107 mila euro li metterà il vescovo tramite la Conferenza Episcopale Italiana; il Comune di Villalvernia ha già assicurato che darà un contributo senza però specificare l’ammontare.
19/01/2018
Giampaolo Pepe - novionline@novionline.net

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria