Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Tortona perde l'opportunità di ricordare Franco e aiutare Massimiliano

La serata dedicata a Franco Mutti con la raccolta fondi per Massimiliano Ferrauto, ha richiamato centinaia di persone, ma senza una sala pubblica a costi abbordali non è stato possibile realizzare l'evento. La scelta dell'amministrazione di mettere a pagamento le sale sta penalizzando diverse iniziative
TORTONA - Il ricordo dell'”Amico Franco”, ovvero la serata dedicata a Franco Mutti e con la raccolta fondi per Massimiliano Ferrauto, ha richiamato centinaia di persone , per la causa,il ricordo e la musica da vivo di Charly Bergaglio e della sua band storica. Un migliaio di persone, una cospicua raccolta di fondi per beneficenza, il ricordo tributato a una persona che tutti potevano considerare amica e soprattutto poca retorica e tanto divertimento. E' il successo di una serata memorabile, svoltasi alla Soms la Fraterna di Viguzzolo per ricordare Franco Mutti e aiutare Massimiliano Ferrauto, con Charly Bergaglio nel ruolo di cerimoniere organizzatore e per l'occasione nuovamente in veste di cantante intrattenitore, con una band di grande livello fitta di turnisti per i principali artisti italiani, ovvero il gruppo con cui Charly girò l'Italia negli anni Novanta. Ed è un vero rammarico che Tortona abbia perso una simile opportunità, emigrata a Viguzzolo per qualche problematica organizzativa e in particolare per l'impossibilità di individuare una sala pubblica senza dovere spendere oltre mille euro. Un'occasione persa che non fa onore al ricordo di Mutti, scomparso a marzo 2012, un personaggio che si è sempre speso per il prossimo, combattendo battaglie condivise anche se mai realizzate in modo formale o per avere visibilità. Contava la sostanza, per Mutti, e l'agire. La sua figura è stata ricordata dall'intervento di Armando Bergaglio e di altri amici di sempre, ma in modo piacevole, leggero, senza retorica, come si conviene a chi lascia una memoria di sé fatta di opere concrete e di un modo di intendere la vita e la città. Un personaggio che amava profondamente la sua città è stato ricordato a cinque km di distanza, nulla di particolarmente grave, ma anche un segnale sulle difficoltà che l'associazionismo e la cultura incontrano per pastoie burocratiche, scarsità di finanziamenti e, spiace dirlo, anche poca attenzione istituzionale, che basterebbe fatta di relazioni tra promotori di iniziative e supporto anche non economico. Non sono solo i soldi a creare opportunità e rendere viva una città.
30/11/2012
Stefano Brocchetti - redazione@tortonaonline.net

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani