Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Stazione più moderna: il cantiere va avanti

L'investimento da 3.5 milioni di euro previsto per la stazione di Ovada rientra nel piano regionale da 250 milioni. Un intervento iniziato la scorsa estate e tutt'ora in corso, con l'obiettivo di ammodernare lo scalo.

OVADA - Proseguono i lavori di ammodernamento della stazione ferroviaria di Ovada. Il cantiere, aperto lo scorso agosto - in concomitanza con la chiusura della Acqui-Genova - è stato voluto da Rete Ferroviaria Italiana, che ha varato un piano di restyling di alcuni importanti scali (54 in totale) della Liguria. “L’investimento – spiegano dall’azienda – è stato particolarmente oneroso: 3.5 milioni di euro”. Un importo considerevole se si pensa alle spese sostenute nel 2011 per il rifacimento delle facciate e del tetto. Ora la palla è passata nelle mani della Liguria, la regione che ha competenza sull'Acqui-Genova, in un progetto che prevede un investimento complessivo di 250 milioni di euro. Nel 2017 i lavori sono terminati a Bordighera e Arenzano. Al termine dell’anno in corso, oltre a quello sulla nostra città, saranno completati i cantieri di Genova Prà e Albenga. Nel 2019 si procederà a Genova Piazza Principe, Genova Sturla, Pietra Ligure e Taggia.  

La prima fase del cantiere ha riguardato il marciapiede di collegamento tra terzo e quarto binario, il più utilizzato dai pendolari in viaggio tra la nostra città e Genova: l’innalzamento della superficie è stato di 55 centimetri, per uniformarlo allo standard previsto per i servizi metropolitano. Chiaro l’obiettivo: consentire a tutti gli utenti di salire sui convogli, eliminando le difficoltà, determinate per le persone più anziane dallo spazio che divideva il vecchio marciapiede dal primo gradino. Lo stesso marciapiede è stato rivisto con anche l’inserimento delle piastrelle in rilievo studiate per creare un percorso dedicato ai non vedenti. In una seconda fase gli addetti si sono spostati sul marciapiede più vicino alla biglietteria per la realizzazione gli interventi necessari all’installazione degli ascensori. “Gli investimenti – precisa l’assessore ai Trasporti della Regione Liguria, Giovanni Berrino a più ripresa finito nel mirino delle associazioni di pendolari – garantiranno un maggiore livello nell’accoglienza dei viaggiatori, anche disabili, maggiore sicurezza, rapidità nella trasmissione di informazioni utili e maggiore fruibilità delle stazioni ferroviarie sul territorio”. Dal canto suo il Comitato Trasporti della nostra linea ha chiesto attenzione ai  tabelloni, messaggi audio più chiari per chi non utilizza smartphone per fare da sé.   

14/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova