Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

“Solo un istante”: la vita emotiva più vera trova voce nel teatro

Sabato 30 giugno al Chiostro di Santa Maria di Castello un lavoro ideato da Teatrodistinto, creato dal gruppo di teatro del Centro Down di Alessandria, con la conduzione di Laura Marchegiani
ALESSANDRIA - Sabato 30 giugno alle 21.30, nell’ambito della rassegna Chiostro in una notte di mezza estate organizzata dall’Associazione BlogAL con il contributo di Fondazione SociAl, al Chiostro di Santa Maria di Castello la Compagnia Teatrodistinto presenta lo spettacolo Solo un istante, creato dal gruppo di teatro del Centro Down di Alessandria, con la conduzione di Laura Marchegiani, con Martina Anzaldi, Francesca Baldovino, Francesca Buzzi, Martina Caione, Filippo Cantello, Michela Casagrande, Patty Cavanna, Fernanda Chemello, Pietro Daglio, Giuseppe Dominelli, Sara Gagliano, Stefano Pantellini, Luca Peruzzo, Mirko Piras, Flavio Ravaschio, Luca Schifano, Michela Sommaruga, Thomas Storace, Gloria Tento e Luca Vettorello.

Teatrodistinto realizza laboratori di espressione creativa e comunicazione emotiva al Centro Down da 15 anni, portando avanti un lavoro di ascolto e scambio reciproco molto approfondito. Attraverso un percorso di ricerca e indagine sui canali espressivi e le loro potenzialità, al di là dei limiti individuali, si è giunti alla creazione di un vocabolario artistico ampio e differenziato, all’interno del quale tutte le caratteristiche individuali, anche le più problematiche, costituiscono una possibilità.

Dopo una serie di spettacoli che, partendo dai contenuti e dalle urgenze del gruppo, rendevano necessaria la costruzione di una griglia registica rigida, in cui ciascuno assumeva un ruolo, quest’anno Teatrodistinto propone una formula nuova vicina all’happening teatrale. Liberi dalla struttura registica della storia, mossi da una serie di stimoli emotivi e sensoriali, vengono messe in scena le straordinarie capacità di improvvisazione pura che il gruppo ha manifestato nel corso di questi anni durante i laboratori a porte chiuse per mostrarne la bellezza al pubblico.

Una serie di suggestioni, personaggi, emozioni si susseguono, si incrociano, si scambiano nel tempo di un passaggio sul palcoscenico. Ogni passaggio è un viaggio, ogni viaggio un misto di immaginazione fervida e profonda drammatica verità, grazie alla rara e inimitabile capacità dei componenti del gruppo di credere totalmente e di immergersi in ogni azione teatrale. La vita emotiva più vera trova voce nel teatro, come luogo dove l’essenza del sentire supera il senso di inadeguatezza.

La rassegna si svolge nel cortile del Chiostro di Santa Maria di Castello in piazza Santa Maria di Castello 14. In caso di maltempo, gli spettacoli si terranno all’interno della Sala dell’Affresco, sempre nel Chiostro di Santa Maria di Castello. L'inizio degli spettacoli è alle 21.30.
Il costo di ogni singolo spettacolo è di 7 euro. Prenotando la cena prima o dopo lo spettacolo al Moscardo in Via Volturno 20, con il biglietto dello spettacolo uno sconto del 10%. L’offerta è valida anche per le serate dal lunedì al giovedì la settimana dopo lo spettacolo sempre presentando il biglietto (prenotare al numero 3755023734. La biglietteria al Chiostro sarà aperta dalle 19.30).

Il progetto Borgo del Teatro, ideato dall’Associazione BlogAL e risultato uno dei progetti selezionati dalla Fondazione SociAl nell’ambito del Bando Social 2017, intende realizzare un polo teatrale permanente all'interno del Chiostro di Santa Maria di Castello. Partner del progetto sono le associazioni Aps Sine Limes e Ostello Santa Maria di Castello Serenity 2000 srl. Nel primo anno di vita del progetto vengono organizzate due diverse rassegne teatrali, una invernale e una estiva. La rassegna invernale si è tenuta da febbraio ad aprile la domenica pomeriggio. La rassegna estiva Chiostro in una notte di mezza estate si tiene da giugno a settembre: quattro spettacoli con attori, registi, musicisti del nostro territorio, diversi tra loro per temi e modalità di realizzazione.

La rassegna proseguirà sabato 14 luglio con lo spettacolo 1998-2018: 20 anni fraudolenti (per non dimentiCarlo) della Bandarotta Fraudolenta e si concluderà sabato 22 settembre con il Monologo Favole Napoletane, di e con Luigi Di Carluccio (Compagnia Gli Illegali).
27/06/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Fondazione SociAL


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi