Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Preghiera interreligiosa per la pace

Nell'ambito della manifestazione "Ascolta l'Africa", è stata organizzato per domenica 1 giugno un momento di preghiera interreligiosa per la pace, alla quale parteciperanno rappresentanti della comunità cristiana, insieme a quelli della locale comunità islamica. Sarà questa l'occasione per ricordare padre Paolo Dall'Oglio
NOVI LIGURE - La manifestazione “Ascolta l’Africa” quest’anno si arricchisce di un nuovo e significativo appuntamento: domenica 1° giugno, infatti, tra le 19 e le 19.30, prima dell’inizio delle esibizioni previste dal programma della manifestazione (che si terrà in piazza Dellepiane), è stata organizzato un momento di preghiera interreligiosa per la pace, alla quale parteciperanno rappresentanti della comunità cristiana, insieme a quelli della locale comunità islamica.

La preghiera si svolgerà nelle due lingue – italiano e arabo – e sarà anche (ma non solo) l’occasione per ricordare l’impegno di padre Paolo Dall’Oglio, il missionario gesuita rapito in Siria il 27 luglio 2013. La serata – come vogliono sottolineare gli organizzatori – non vorrà, però, essere soltanto un momento di preghiera religiosa in senso stretto, ma anche e soprattutto un momento di dialogo tra le due culture: un incontro tra due comunità aperto a tutti, soprattutto ai giovani, che avranno modo di essere parte di questa iniziativa di scambio e partecipazione. All’organizzazione della preghiera hanno preso parte alcuni sacerdoti novesi, tra cui Don Angelo Vennarucci, parroco di Santa Maria Assunta (Pieve), oltre a mediatori culturali, studenti del liceo Amaldi (che hanno contribuito alla stesura e traduzione dei testi) e ovviamente, i rappresentanti della comunità musulmana novese.

Padre Paolo Dall’Oglio è un gesuita italiano. Dall’Oglio è noto per aver rifondato, in Siria, negli anni Ottanta, la comunità monastica Mar Musa. È stato espulso dal Paese nel 2012, durante le proteste popolari contro il regime di Bashar al-Assad. Nel 2013 Dall’Oglio è rientrato nel nord controllato dai ribelli siriani, dove si è impegnato in difficili trattative per la liberazione di un gruppo di ostaggi. Mentre si trovava nella zona di Raqqa è stato rapito da un gruppo di estremisti islamici vicino ad al-Qaida e di lui si sono perse le tracce.
31/05/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani