Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Pochi viaggi... ma buoni. Famiglie: le più penalizzate

Queste "vacanze invernali" delle feste natalizie oppure a cavallo del nuovo anno dove le trascorreranno gli alessandrini? Abbiamo provato a chiedere come sono andate le partenze questo Natale 2014 e in quanti decideranno di spostarsi fuori città per festeggiare il 2015. Restano a casa soprattutto le famiglie...
ALESSANDRIA - Anche per questo anno che ormai sta per finire, Babbo Natale ha portato qualche pacchetto sotto l'albero. Un “pensierino” per i più. Mentre sono sempre meno coloro che possono dire di avere scartato dei super regali, come dei viaggi. Con l'agenzia di viaggio Liberi Tutti di Alessandria abbiamo provato a fare un quadro delle partenze di questo 2014, nel periodo natalizio e a cavallo con il nuovo anno.

“Molte meno le partenze rispetto allo scorso anno e ovviamente rispetto agli anni passati, quando le cosiddette vacanze invernali erano un regalo che si concedevano in molti” spiega Arianna di Liberi Tutti. Oggi la situazione vede “pochi viaggi, ma costosi”: si tratta di partenze per una settimana e più verso mete “calde” oppure verso città come New York che soprattutto nel periodo natalizio mantiene un certo fascino. Perdono invece quota il Mar Rosso e anche le capitali europee. “Per non parlare del grosso calo per le partenze verso la montagna, da sempre meta dei giorni festivi invernali”.

Ad avere oggi questi privilegi sono soprattutto le coppie, “ma anche i single si concedono qualche giorno di relax in mete esotiche piuttosto che in grandi città che fanno ancora oggi la storia del Natale”. Ad essere le più penalizzate invece sono le famiglie: troppe spese, la crisi che persevera. “E' la classe media a non potersi più permettere viaggi durante le vacanze invernali. Si deve scegliere una vacanza l'anno...e ovviamente non si rinuncia a quella dei mesi estivi, al mare” spiega Arianna.

In generale le partenze si spostano comunque verso la fine dell'anno, per trascorrere un Capodanno fuori città, se non addirittura verso i primi giorni di gennaio, intorno all'Epifania. “Molte giovani coppie, che si sono magari sposate nell'estate, scelgono questo periodo per il loro viaggio di nozze”. Mentre tutta la classe media della popolazione ormai deve rinunciare anche a quei piccoli spazi di relax che una volta si ritagliava come le “uscite fuori porta” magari ai mercatini di natale oppure nel ponte dell'Immacolata. E così come vuole la tradizione: Natale in famiglia, Natale a casa.
29/12/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano