Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Lu

Parco Grattarola: il ritorno alla vita dopo anni di abbandono

L'inaugurazione termina il progetto di riqualificazione portato avanti dall'Amministrazione negli ultimi due anni. Un percorso iniziato su richiesta di un gruppo di genitori e sviluppatosi grazie alla collaborazione tra Amministrazione, associazioni locali impegnate nello sviluppo socio-culturale del territorio e cittadini
LU - Un pomeriggio di fine ottobre. Foglie dorate e cielo terso in un autunno ancora mite. Poche parole, un discorso breve e quasi informale. I ragazzini in ascolto fremono. Si sono sistemati in pole position, il nastro tagliato non fa in tempo a toccar terra che già stanno correndo, in gara a chi per primo riuscirà ad arrampicarsi più in alto sulla struttura-gioco del parco inaugurato ufficialmente pochi istanti prima. Seguono i bimbi più piccoli che collaudano subito scalette, giochi a molla, scivoli. E poi l'intramontabile altalena e la casetta tra gli alberi. I genitori chiacchierano, qualcuno invece prova se le panchine sono comode... 

E' iniziata così la nuova vita del parco Grattarola a Lu, storico parco giochi del paese, restituito alla cittadinanza a fine ottobre dopo anni di incuria ed abbandono.
L'inaugurazione termina il progetto di riqualificazione portato avanti dall'Amministrazione negli ultimi due anni. Un percorso iniziato su richiesta di un gruppo di genitori e sviluppatosi grazie alla collaborazione tra Amministrazione, associazioni locali impegnate nello sviluppo socio-culturale del territorio e cittadini: un riuscito esperimento di partnership pubblico-privato nell'interesse della collettività nonchè di progettazione partecipata; un racconto corale in cui tutti gli interessati hanno potuto esprimere il loro pensiero, concretizzatosi nel parco che dal 29 ottobre è ufficialmente fruibile ed aperto al pubblico. Gli oneri maggiori, per la messa in sicurezza dell'area e per il suo rimodellamento ad hoc sono gravati sull'Amministrazione, mentre l'acquisto dei giochi e dell'arredo è avvenuto grazie al contributo della Fondazione SociAL di Alessandria; l'associazione ArteLu si è occupata della stesura del progetto iniziale; nonni, genitori, rappresentanti di altre associazioni, e chiunque si sentisse coinvolto hanno proposto idee, dato suggerimenti, espresso pareri, in particolare nel corso di due incontri aperti al pubblico, momenti importanti di confronto e dialogo. Proprio per la peculiarità di questo percorso, l'inagurazione ha voluto essere, più che un tedioso e algido rito, una vera festa: ad attendere i partecipanti dopo il gioco libero, la merenda nei vicini locali delle scuole e l'animazione con giochi "di una volta", in legno, corda, materiali di recupero, che hanno tenuto impegnati grandi e piccini fino alla sera. E sulla via del ritorno a casa, un po' stanchi per la confusione, illuminati dalla luce del tramonto magico che ha incantato l'intero nord Italia, oltre alla gratitudine per il bellissimo pomeriggio e alla sensazione che sia stata "cosa ben fatta", la speranza di aver piantato oggi un piccolo seme destinato a germogliare, fiorire e dare frutti negli anni a venire. 
8/11/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo