Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Panciallegra lancia la petizione: "Chiediamo di poter accudire i nostri gatti"

L'associazione Panciallegra che una settimana fa ha visto "sfrattati" i propri gatti, ora chiede al sindaco Rita Rossa con una petizione su Change.org di poter "accudire i propri animali, andarli a trovare e prendersi cura di loro" permettendo l'ingresso al gattile sanitario dove sono stati trasferiti ai volontari
 ALESSANDRIA - Una settimana fa l'attenzione era rivolta alla quarantina di gatti “sfrattati” dal rifugio dell'Associazione Panciallegra dopo il sopralluogo nella struttura dell'Asl e dei carabinieri del Noe, che l'avevano dichiarata inagibile, inadeguata. I gatti era stati trasferiti dal servizio veterinario al gattile sanitario comunale, gestito dall'Ata. Ma ora l'associazione Panciallegra lamenta che ai volontari non viene permesso di poter andare a far visita e ad accudire i propri animali nella nuova struttura. E lancia una petizione sul sito Change.org dove si rivolge direttamente al primo cittadino, Rita Rossa: “Chiediamo di poter accudire i nostri gatti” è il monito. “In seguito all'ispezione dei Nas e dell'Asl veterinaria di Alessandria, la struttura gestita dall'Associazione di Volontariato Panciallegra è stata dichiarata inidonea. Pertanto i gatti ivi ospitati sono stati trasferiti, in custodia giudiziale, presso il gattile sanitario della città – si legge a premessa della petizione - Il triste esodo è iniziato dopo qualche giorno, senza consentire ai volontari dell'Associazione di poter assistere all'inserimento dei gatti nella nuova struttura, come invece indicato nella documentazione rilasciata”.

“Allora ci domandiamo – scrive Panciallegra nella petizione - perchè da quando è avvenuto l'affidamento, ai volontari dell'Associazione non è stato permesso vedere ed accudire i propri gatti?”. Considerando che come è stato testimoniato da più fonti e come è stato riportato anche a verbale, “è la struttura e la sua inagibilità ad essere stata contestata dagli ispettori, e non la mancanza di cibo o di cure agli animali”. Il verbale realizzato durante il controllo riporta tale descrizione: “risultano presenti circa quaranta gatti, in buono stato di nutrizione senza segni apparenti di lesioni imputabili a maltrattamenti. E' stata rilevata la presenza di acqua, mangime secco e umido a disposizione degli animali. Altresì i locali sono scaldati a mezzo di due stufe a pallet funzionanti al momento del sopralluogo”.

E così in conclusione i volontari dell'Associazione Panciallegra si rivolgono direttamente a Rita Rossa “Egregio Sindaco della città di Alessandria, noi Le chiediamo di intervenire in favore dell'Associazione Panciallegra permettendo ai volontari di entrare nel gattile sanitario, negli orari stabiliti dall'Associazione Ata che ne detiene la gestione, per poter accudire e dedicare un po' di tempo ai propri amati gatti”.  A sostenere questo “diritto” sulla pagina di Change.org sono già 258 persone, ma le firme “digitali” necessarie in totale sono 742.
27/02/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa