Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Non un solo anno della mia vita, ma una vita in un anno

Ecco la nuova tappa del nostro viaggio intorno al mondo grazie ai racconti dei ragazzi di Intercultura: attraverso i loro occhi e la loro penna ripercorriamo le storie di quanti, partiti dalla nostra provincia, hanno avuto l'opportunità di vivere un periodo di studio all'estero. Oggi è la volta di Emma Marchetti, di ritorno dopo un anno in Canada
ALESSANDRIA - Mi chiamo Emma e ho 17 anni, il sogno di vedere il mondo è ciò che basta per presentarmi. Avevo solo 16 anni quando ho scelto di mettermi alla prova e partire: oggi posso affermare di non rimpiangere neanche un istante questa decisione.

Il 23 agosto 2014 rimarrà per sempre una data impossibile da dimenticare poiché proprio quel giorno sono salita sull’aereo che mi ha portata per ben undici mesi lontana dalla mia famiglia, dalla mia terra, dai miei amici e dalla mia vita per portarmi in Canada e iniziare una nuova vita.

Québec, Canada, la terra dell’hockey, del freddo, della gente gentile e calorosa, dei meravigliosi boschi e della natura incontaminata, dello sciroppo d’acero e della lingua francese. Sono moltissime le cose che ho imparato ad apprezzare e che ora amo di questo posto fantastico e della tradizione quebecchese. Ho imparato ad esempio che i -40° possono essere di gran lunga più piacevoli dei +40°.
Sono tante le ragioni per le quali uno studente come me vorrebbe lasciare tutto e avere il coraggio di partire per undici mesi ma sono anche moltissime le paure. Paura di perdere tanti amici, paura di uscire dal loro “acquario” (metafora utilizzata dai volontari durante gli incontri di formazione) o paura di non essere in grado. Io ho realizzato che tutto ciò stava per accadere solo una volta salita in aereo, avevo solo la certezza che volevo partire, realizzare parte del mio sogno. Sapevo che sarebbe stato un anno indimenticabile e credo che di paure bastassero già quelle di mia madre.

Grazie ad AFS/Intercultura che mi ha preparato prima della partenza, ho avuto il coraggio e la sicurezza per affrontare questa esperienza. Non avrei potuto minimamente immaginare una famiglia migliore di quella che si è presa cura di me durante l’anno più bello della mia vita. Posso dirvi anche che un’esperienza come questa non finisce con il rientro e il ritorno a casa, ma crea dei legami così forti che sono capaci di tenerti unita a persone dall’altra parte del mondo.

Dalle lacrime versate da mia mamma il giorno della mia partenza alle mie versate a fiumi il giorno del mio ritorno ne sono passate tante. Ho vissuto momenti e avventure che mi hanno fatto scoprire altre realtà, altri valori e altre idee. Penso che sia un’occasione per aprire la tua mente e per imparare a confrontarsi con opinioni diverse dalle proprie.
Adesso che sono qui a raccontare parte della mia vita, qua davanti al mio computer sfogliando i ricordi di un anno da sogno non vedo l’ora di riabbracciare quella che è diventata la mia seconda casa.

27/09/2015
Emma Marchetti - anno in Canada - redazione@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano