UniversitÓ

Molinari: "Premiare i meritevoli, anche se privi di mezzi"

Il Comitato regionale di coordinamento delle UniversitÓ del Piemonte ha affrontato il tema del "diritto allo studio e dei criteri di assegnazione delle borse di studio": "si Ŕ trovato un accordo per l'utilizzo di nuovi criteri, quelli europei" ha spiegato il neo assessore regionale ai Rapporti con l'UniversitÓ Riccardo Molinari
UNIVERSITA' - Riforma della governance dell’Ente per il diritto allo studio universitario e adozione di nuovi criteri per l’assegnazione delle borse di studio: queste sono le conclusioni della seduta di venerdì del Comitato regionale di coordinamento delle Università del Piemonte, svoltasi nella sala Giunta del Palazzo della Regione, a Torino. La riunione ha visto la partecipazione del neo assessore con delega ai Rapporti con l’Università, Riccardo Molinari.

“Si è trovato un accordo – ha detto l’assessore Molinari al termine della seduta – per l’utilizzo dei criteri europei Ects (European credit transfer and accumulation system) nell’assegnazione delle borse di studio agli studenti universitari. Parametri migliorativi rispetto a quelli in uso fino all’anno scorso, quando era sufficiente avere una media degli esami universitari del 25 per accedere alle borse”.
Secondo i criteri europei la fascia di merito viene calibrata in rapporto alle difficoltà dei singoli corsi universitari. La condivisione sul tema, ha assicurato l’assessore, è piena: adesso tocca al tavolo di lavoro affinare gli aspetti tecnici. “La scelta della Regione – ha proseguito Molinari – è di premiare i meritevoli anche se privi di mezzi e a fronte delle minori risorse che nei bilanci degli ultimi tempi sono assegnate al diritto allo studio”.

Quanto al tema della riforma della governance dell’Edisu, la Regione ha proposto la creazione di un comitato di indirizzo che garantisca la presenza di rappresentanti del corpo accademico e studentesco, approvata dal Coreco. Nel corso della seduta, ha concluso Molinari, è stata anche discussa l’esigenza di un maggior coinvolgimento dell’Università del Piemonte Orientale nella gestione dell’Edisu anche attraverso l’individuazione di un riferimento "dedicato" all’interno dell’ente per il diritto allo studio.
30/03/2013
Redazione - redazione@alessandrianews.it