Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

Me.Dea apre un nuovo centro antiviolenza

Lunedì 28 maggio la cerimonia ufficiale per l'apertura di nuovo luogo di accoglienza per donne vittime di violenza. Il Centro garantirà per 11 ore alla settimana la presenza di figure professionali a disposizione delle donne
CASALE MONFERRATO - La ricerca Istat 2014 La violenza contro le donne dentro e fuori la famiglia conferma che 6.788.000 donne hanno subito violenza nella loro vita. A livello provinciale i dati raccolti tra il 2014 e il 2015 affermano che gli accessi delle donne alle istituzioni di aiuto della rete ammontano a 1.518. Dalla sua apertura il Centro Antiviolenza di Me.Dea ha già accolto e sostenuto 1.100 donne residenti nella provincia di Alessandria. Si nota tuttavia come la percentuale delle donne vittime provenienti dal territorio casalese è sempre stata superiore alla percentuale proveniente dagli altri comuni centri zona, sfiorando nel 2016 il 20%. Emerge quindi il bisogno di destinare un luogo adeguato a raccogliere le numerose richieste di aiuto e sostenere i percorsi di uscita dalla violenza.

Per rispondere alle crescenti richieste di aiuto, Me.Dea ha deciso di raddoppiare il suo impegno, attraverso l’apertura di un nuovo Centro Antiviolenza nella città monferrina. Il progetto Me.Dea Casale, reso possibile grazie al sostegno della Fondazione SociAl nell'ambito del Bando 2017 e dalla Regione Piemonte e alla collaborazione del Comune di Casale, permette l'apertura di nuovo luogo di accoglienza per donne vittime di violenza.

Lunedì 28 maggio alle 11 in via Magnacavallo 11.con una cerimonia ufficiale e aperta a tutta la cittadinanza, si terrà l'inaugurazione del nuovo Centro Antiviolenza.  Il Centro garantirà per 11 ore alla settimana la presenza di figure professionali a disposizione delle donne: martedì dalle 10 alle 13; mercoledì dalle 15 alle 18; venerdì dalle 10 alle 13 e sabato dalle 10 alle 12. Tutti i servizi di accoglienza e supporto del Centro saranno offerti gratuitamente.

Me.Dea consiglia alle donne che necessitano di sostegno di contattare anche telefonicamente il Centro al numero verde gratuito 800098981, novità introdotta per agevolare ulteriormente le donne nella loro richiesta di aiuto.
27/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Fondazione SociAL


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi