Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cuoco a domicilio

La Torta Verde di Nizza

Pietanza a base di erbette spontanee o, se per comodità preferite, di spinaci e riso di cui vi riporto la ricetta tale e quale a come mi è stata insegnata da una signora del luogo
Siamo oramai nel pieno del periodo primaverile e proprio non si poteva fare a meno di parlare della Torta Verde, piatto tipico di Nizza (At) che possiamo tuttavia trovare, con molteplici varianti, sulle tavole di tutto il Monferrato. Vasto territorio Prettamente collinare compreso tra le province di Alessandria ed Asti confinante addirittura con la Liguria per il quale il 21 gennaio 2011 è stata chiesta la candidatura come patrimonio mondiale UNESCO.
Dopo questa piccola parentesi veniamo ora alla nostra torta, pezzo forte della ormai consolidata fiera locale del “Santo Cristo” (si svolge da più di 200 anni) della città del campanon (ovvero Nizza Monferrato) nel periodo pasquale; e più precisamente verso il 9 di Aprile.
Pietanza a base di erbette spontanee o, se per comodità preferite, di spinaci e riso di cui vi riporto la ricetta tale e quale a come mi è stata insegnata da una signora del luogo.

INGREDIENTI:

1Kg erbette di campo (o in alternativa spinaci)
3hg riso
1.5hg parmigiano
5 uova
2 porri
pane grattugiato
sale
alcune foglioline di timo, rosmarino e maggiorana


Prendete i due porri, tagliateli fini e fateli rosolare nell'olio in una padella dai bordi alti. In un'altra padella fate appassire gli spinaci, per 10 minuti, in 1/2 bicchiere d'acqua; una volta appassiti, strizzateli e tritateli.
Tostate, quindi, il riso nel soffritto, aggiungete poca acqua calda; mescolate il tutto per 10 minuti circa, facendo in modo che il riso rimanga molto al dente. Aggiungete gli spinaci, fatti appassire in precendenza al riso, versate il tutto in una coppa capiente e mescolate fino ad ottenere un impasto morbido; nel caso in cui l'impasto non risultasse morbido, potete aggiungere un po' di acqua calda. Lasciate raffreddare nella coppa.

Sbattete le uova, aggiungendo un pizzico di sale e conservate a parte un tuorlo. Ungete con del burro una teglia rettangolare (o rotonda, come preferite) antiaderente e versatevi sopra un po' di pane grattugiato. Unite le uova sbattute ed il parmigiano grattugiato all'impasto, mescolate, assaggiate di sale, e versate il composto ottenuto nella teglia.

Livellate il composto, spalmatene la superficie con il tuorlo avanzato, versatevi sopra dell'altro pane grattugiato e, infine, alcune foglioline di rosmarino, timo e maggiorana, in modo da ricoprirne la superficie. Infornate per 1 ora a 180 gradi (ricordate: il forno deve essere già caldo).

Servitela tiepida o fredda, presentandola su un piatto da portata, con dei rametti di rosmarino.


Consiglio di accompagnare questa torta salata con del buon Barbera d'Asti!


Come al solito vi auguro buon appetito e se volete saperne di più contattatemi.

31/05/2012
Gasparetto Damiano - www.cuoco-adomicilio.com

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani