Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

Il Giubileo che passa anche da Alessandria

E' iniziato anche ad Alessandria il Giubileo della Misericordia: così anche la nostra città, qualche volta un po’ restia ad aprirsi alle novità, ha accolto la parola rivoluzionaria di papa Francesco, che ha voluto un giubileo non centrato su Roma, ma diffuso in tutte le chiese del mondo
OPINIONI - Domenica 13 dicembre è iniziato anche ad Alessandria il Giubileo della Misericordia: così anche la nostra città, qualche volta un po’ restia ad aprirsi alle novità, ha accolto la parola rivoluzionaria di papa Francesco, che ha voluto un giubileo non centrato su Roma, ma diffuso in tutte le chiese del mondo. Per chi era presente è stata veramente una giornata di stupore: non solo perché la nostra cattedrale ha scoperto di poter avere una sua porta santa (tra l’altro una porta rimasta sempre chiusa e riaperta per l’occasione), ma per le numerose persone che hanno partecipato al rito.
Non è certo l’ora di inopportuni trionfalismi per la chiesa: ci sono talvolta eventi che attirano tanta gente e c’è la consapevolezza che non basta aprire una porta per cambiare mentalità o senso di appartenenza. In effetti la folla radunata in Piazza della Libertà in una domenica un po’ grigia, accanto ad una pista di pattinaggio che il clima di questo dicembre faceva sentire come fuori stagione, era composta da molte persone provenienti dalle parrocchie di tutta la diocesi, habitué degli ambienti ecclesiali.
Man mano che il serpentone si infilava in via Parma ed entrava nel duomo, in quella strana processione disposta “al contrario” (per una volta davanti stava il Vescovo, perché toccava a lui spalancare il portone chiuso sul lato della cattedrale), mi sono domandato quale impatto possa avere sulla nostra città questo tempo così particolare chiamato “Giubileo”. La parola stessa fa pensare ad antiche tradizioni, a religiosità e credenze che il tempo moderno sta inesorabilmente cancellando; eppure il fatto che l’iniziativa sia partita da un papa percepito come rivoluzionario, e non certo come rivolto al passato, deve aver suscitato per lo meno una curiosità.
Mi sono chiesto se questo "Giubileo della Misericordia” abbia qualcosa da dire anche alla nostra città e alla nostra diocesi, alla nostra società più incline a lasciarsi andare alle solite lamentazioni sulle cose che non vanno, pronta a sussultare e a scaldarsi per nuove sfide o ideali da difendere. A veder la gente che aspettava di attraversare la porta, mi è venuto il dubbio che, forse, il messaggio della Misericordia è qualcosa di più che un semplice fatto religioso: forse è una sfida a rileggere la propria vita, a ripensare anche alla nostra società, al cammino della comunità civile.
A ben vedere “misericordia” è tutt’altro che un atteggiamento remissivo, ma dice apertura a una fiducia di fondo, apertura all’altro e al futuro. Insomma, un atteggiamento che non resta appannaggio esclusivo dei credenti, ma che esprime un anelito profondo di ogni animo umano: non lasciarsi rinchiudere nella paura, ma scoprire che si può perdonare ed essere perdonati, che si può liberarsi dal sospetto e costruire anche là dove abbiamo demolito (ci siamo riusciti con un ponte, potremo farlo anche nella comunità umana?).
È la disponibilità a deporre armi e barricate, a non guardare l'altro solo come invasore, a non diffidare di ogni mano che si tende verso di noi. Se i credenti fossero capaci di portare questo lievito nella nostra società alessandrina e se i non-credenti fossero disposti ad accogliere questo sussulto per cambiare qualcosa, sarà un anno di giubileo davvero per tutti.
28/12/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano