Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

I tagli alla sanità che danneggiano i servizi di salute mentale

A lanciare l'allarme, l'Associazione per la Lotta contro le Malattie Mentali e la Di.a.psi piemonte. "Vorremmo conoscere le ragioni che sostengono la scelta di affidare ad un unico Dipartimento la salute di circa 700mila persone"
PROVINCIA - “I servizi di Salute Mentale rivolti ai Cittadini del Piemonte continuano ad essere pesantemente
colpiti dai tagli alla Sanità. Dopo la pubblicazione della DGR n. 30 di riordino dei Servizi Residenziali Psichiatrici che, come in più occasioni segnalato dalla Associazioni, metterà pesantemente a rischio i percorsi di cura e riabilitazione territoriali di molti pazienti, l’approvazione dei Piani Aziendali avvenuta in questi giorni ci pone nuovamente di fronte ad incomprensibili tagli della rete territoriale dei servizi psichiatrici". A parlare sono l’Associazione per la Lotta contro le Malattie Mentali Onlus e la DI.A.PSI. Piemonte, portavoce di un Coordinamento di ventuno Associazioni di pazienti psichiatrici e famigliari del Piemonte. 

A tornare nell'occhio del ciclone, la sanità piemontese, con il rischio che, d'ora in poi, ci sia un unico Dipartimento di Salute Mentale per le province di Asti e di Alessandria, "un azzardo intollerabile per gli utenti dei Servizi e le loro famiglie". "Vorremmo conoscere le ragioni - scrivono le due realtà - che sostengono la scelta di affidare ad un unico Dipartimento la salute di circa 700mila persone, distribuite su un territorio di rilevanti dimensioni, mentre a Torino si fanno scelte completamente opposte riproponendo una Psichiatria Piemontese Torino-centria" . Nel panorama della salute mentale piemontese, il DSM di Alessandria ha da tempo adottato un modello di lavoro, in particolare per l’area della riabilitazione, snello, innovativo ed economico nonché di grande efficacia, forse da valorizzare ed esportare in altri territori. Unificare “d’ufficio” realtà diverse, distanti e con modelli di lavoro eterogenei rischierebbe, insomma, di far scomparire esperienze di grande qualità.

"La miopia della programmazione - continuano -preferisce mantenere una struttura complessa ospedaliera, che in psichiatria non ha alcuna rilevanza, anziché rinforzare il territorio, che viene anzi privato di un elevatissimo numero di strutture. Come faranno gli utenti a esser seguiti con cura e capillarità, se persino il personale per fare una semplice riunione dovrà fare fino a due ore di macchina? La territorializzazione del Servizi di Salute Mentale ha rappresentato, con la chiusura degli Ospedali Psichiatrici, un processo straordinariamente innovativo, ponendo il nostro Paese all’avanguardia nel rifiuto dell’Istituzione Totale e del controllo sociale in essa attuato, contrapponendo un modello centrato sul reinserimento sociale delle Persone colpite da disagio psichico. Le scelte di questi ultimi mesi e la deriva verso cui la cura e la riabilitazione psicosociale stanno scivolando in tante parti del nostro territorio, rappresentano indubbiamente una pericolosa involuzione e la perdita di valori faticosamente conquistati dalle lotte di chi, nemmeno molti anni or sono, ha creduto che i pazienti psichiatrici fossero Persone a cui restituire dignità, diritti e servizi accessibili sul proprio territorio di appartenenza”. 
30/09/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano