Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Società

Prosciolti i vertici Tra: il giudice decreta il "non luogo a procedere"

Il processo contro i quattro rappresentanti del consiglio d'amministrazione del Teatro Regionale Alessandrino è finito ancora prima di incominciare. Nell'udienza preliminare il Gup ha deciso per il non luogo a procedere nei confronti dei vertici del teatro. Accolta la tesi della difesa: hanno agito con urgenza
Il processo contro i quattro rappresentanti del consiglio d'amministrazione del Teatro Regionale Alessandrino è finito ancora prima di incominciare. Nell'udienza preliminare il Gup, giudice per l'udienza preliminare  Alessia Solombrino, ha deciso per il non luogo a procedere nei confronti di Elvira Mancuso, presidente Tra, Lorenzo Repetto, presidente Amag, Paola Bonzano, ex assessore di Valenza, Gianni Cazzullo, presidente del collegio dei revisori dei conti.
L'accusa per cui i quattro finiti dinanzi al Gup era di abuso d'ufficio avendo partecipato a una riunione del cda senza il numero legale e prendendo, nell'occasione, la decisione di assegnare a Switch 1988 i lavori al teatro. Secondo la difesa "ragioni di necessità e urgenza giustificavano un tempestivo affidamento diretto dei lavori per rimuovere l’amianto". Il presidente Elvira Mancuso era invece indagata anche per l'accusa , sostenuta dal Pm, della mancata vigilanza  non avesse vigilato sulla sospensione delle attività nelle sale nonostante fossero iniziati i lavori di  bonifica dell'amianto.
Il giudice ha deciso di non procedere anche per questo secondo capo d'imputazione.
Resta invece da definire la posizione dell’ingegner Claudia Canepa, incaricata di seguire la bonifica; di Roberto Curati, dirigente della società, e di Maurizio Dufour, legale rappresentante della Swich 1988: rispondono di una contravvenzione perchè non avrebbero adottato provvedimenti idonei a evitare la diffusione delle fibre. La difesa ha proposto una oblazione.

In merito al non luogo a procedere verso i quattro rappresentanti del Tra, il sindaco di Alessandria Piercarlo Fabbio dichiara: “Sono sempre stato convinto della regolarità delle procedure seguite dagli amministratori della Fondazione Tra: la sentenza di oggi è la dimostrazione di come non si debba essere frettolosi nei giudizi, anche e soprattutto nell’aula di un consiglio comunale da dove sono state invece lanciate ripetutamente accuse infondate. A questo punto con la stessa celerità dovrebbero arrivare le scuse. L’obiettivo era e resta, infatti, togliere l’amianto e non certo metterlo.  Sulla una vicenda sono state fatte strumentalizzazioni inutili e faziose. Anche la politica – conclude il sindaco – ne prenda atto. Proprio in questi giorni sono partiti i lavori di bonifica e in 100 giorni restituiremo agli alessandrini e non solo un teatro rinnovato e moderno: questo è il compito degli amministratori, con il contributo di tutti i rappresentanti eletti dai cittadini, per garantire il meglio dell’offerta culturale. Noi continueremo a farlo”.

 
16/12/2011

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Tim Cup: Alessandria-Giana Erminio 0-1 Le foto di Gianluca Ivaldi
Tim Cup: Alessandria-Giana Erminio 0-1 Le foto di Gianluca Ivaldi
Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga